Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 16 Gennaio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

L'Irsap revoca un lotto industriale ad un'impresa collusa con Cosa Nostra - Trapani Oggi

0 Commenti

5

0

0

1

6

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

L'Irsap revoca un lotto industriale ad un'impresa collusa con Cosa Nostra

31 Marzo 2015 13:48, di Niki Mazara
L'Irsap revoca un lotto industriale ad un'impresa collusa con Cosa Nostra
Attualità
visite 310

Il Presidente dell’Irsap, (ex Asi) Alfonso Cicero, ha revocato oggi la concessione di un lotto dell’Area industriale di Trapani all'impresa edile “Messina Antonio” e contestualmente ha respinto l'istanza di autorizzazione a vendere l'opificio industriale che era stata presentata dal titolare della ditta. L'informativa interdittiva antimafia della Prefettura di Trapani nei confronti della ditta  è giunta nell'ambito delle richieste inoltrate dagli uffici dell'Irsap per individuare ed espellere dall’Area industriale le aziende colluse con Cosa Nostra e a rischio infiltrazioni mafiose. “La mafia deve essere cacciata via dalle aree industriali - afferma il presidente Alfonso Cicero - bisogna spazzare via, senza se e senza ma, le collusioni con la criminalità organizzata, sostenendo soltanto le imprese sane. Anche nell'area industriale di Trapani, così come è stato fatto dall’Irsap nei diversi agglomerati della Sicilia, le imprese vicine a Cosa Nostra saranno immediatamente espulse chiudendo loro tutte le porte. Solo un'economia legale può portare sviluppo e progresso reale al territorio. Non possiamo delegare - conclude Cicero -  soltanto alla Magistratura ed alle Forze dell'Ordine, che compiono sempre una straordinaria azione contro la criminalità organizzata, il compito di agire contro gli interessi perversi di Cosa Nostra sempre più interessata ad infettare il tessuto economico dei territori”. L'Istituto regionale sviluppo attività produttive ha, così, determinato di respingere la richiesta di vendita del lotto e ha revocato le deliberazioni con cui veniva assegnato il lotto ad Antonio Messina che, nel 2006, è stato condannato in via definitiva per estorsione aggravata dal metodo mafioso. L'area oggetto della revoca è esteso 7.610 metri quadrati. Nel 1989 il Comitato direttivo dell'Asi di Trapani lo cedette alla ditta “Messina Antonio” che nel 1999 ottenne le concessioni per l’esecuzione di opere ottenute anche con sanatoria edilizia.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings