Trapani Oggi

Marsala, convegno di FareAmbiente - Trapani Oggi

Cultura

Marsala, convegno di FareAmbiente

12 Ottobre 2012 13:43, di Niki Mazzara
visite 923

Martsala, 12 Ottobre 2012- Sarŕ la “sostenibilitŕ” il titolo al 2° Convegno Agro-Ambientale, organizzato da FareAmbiente Marsala, in collaborazione co...

Martsala, 12 Ottobre 2012- Sarà la “sostenibilità” il titolo al 2° Convegno Agro-Ambientale, organizzato da FareAmbiente Marsala, in collaborazione con l’ Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Siciliana,  Istituto Regionale del  Vino e dell’Olio della Regione Siciliana, Università di Agraria – Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia di Marsala, Fata Assicurazioni, che si svolgerà  il 19 ottobre ore 16,30 presso  l’ Aula Magna Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia di Marsala. Tema del convegno: “La sostenibilità della viticoltura in Sicilia e nelle Isole minori: un’attenta analisi degli aspetti tecnici, ambientali, economici e sociali”.  Interverranno: Dott. Giancarlo Montesano, Presidente Fare Ambiente Marsala; Dott. Alessandro Aricò, Assessore Regionale al Territorio e all’Ambiente della Regione Siciliana; dott. Dario Cartabellotta, Dirigente generale Assessorato all’Agricoltura - dipartimento interventi  infrastrutturali; dott. Marcello Caruso, Commissario Straordinario dell’ Istituto Regionale del  Vino  e dell’Olio; dott. Giuseppe Pellegrino, Presidente Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Trapani; Enol. Carlo Ferracane, Presidente Associazione Enologi Enotecnici Italiani – sezione Sicilia. Relatori della giornata, la Prof.ssa  Stefania Chironi  della Facoltà di Agraria Palermo e  Vice Presidente del corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia che tratterà “La sostenibilità come opportunità di valore aggiunto per il prodotto vino”; Il Prof. Rosario Di Lorenzo del dipartimento DEMETRA Facoltà  di Agraria Palermo,  tratterà " Le esigenze di sostenibilità influenzano le tecniche di gestione del vigneto?"; Il Dott. Leo Prinzivalli dell’ Istituto Regionale del Vino e dell’ Olio della Regione Siciliana  che argomenterà "Esperienze di Viticoltura sostenibile in ambienti estremi della Sicilia: Isola di Linosa, zona dei Nebrodi”; la Dott.ssa Francesca Varia – ricercatrice INEA della sede regionale per la Sicilia  Palermo, proporrà la relazione “Pagamenti agroambientali: un'opportunità da cogliere per una viticoltura sostenibile”. Infine il Dott. Carmelo Lo Giudice agente  FATA Assicurazioni , evidenzierà alcuni degli aspetti assicurativi indispensabili al mantenimento del reddito in agricoltura trattando la relazione, "La sostenibilità del reddito attraverso la tutela assicurativa". Moderatore del convegno sarà il dott. Giuseppe Russo, dirigente Istituto Regionale del  Vino  e Olio   di Marsala . Il convegno, nasce da un’idea del dipartimento regionale enologia di FareAmbiente, rappresentato dall’enologo Giacomo Manzo, e tende a dimostrare come il “vino” prodotto nei diversi areali della Sicilia, oltre ad essere  considerato dal consumatore un prodotto naturale, quindi fortemente legato alla terra, stia diventando sempre più interessate nell’alimentazione del mangiare e bere “sano”, con risvolti positivi legati all’ambiente e all’etica della comunicazione. Infatti, l’immagine storica del vino come una bevanda senza sensi di colpa in termini di impatto e di sostenibilità ambientale da un vantaggio rispetto alla maggior parte degli altri prodotti alimentari. Oggi i consumatori pensano sempre più che le credenziali etiche e ambientali dei vini che acquistano, siano diventati elementi imprescindibili. I consumatori, i mass media,  danno importanza ai pesticidi, alle pratiche vitivinicole e alle emissioni di anidride carbonica, al cambiamento climatico che sta alterando una vasta gamma di attività umane, compresa la vitivinicoltura. La complessità dello scenario appena sopra descritto non deve far dimenticare le potenzialità di sviluppo che il settore vitivinicolo siciliano può ancora esprimere. L’ambiente geografico di origine del vino, con la sua bellezza paesaggistica e con i suoi valori culturali e sociali  può essere un “prodotto” da tutelare, valorizzare e “commercializzare”. Inoltre, il concetto di  “sostenibilità”, trova applicazione nelle svariate fasi dei cicli produttivi, quindi dal mantenimento e al consolidamento del reddito, attraverso delle forme assicurative delle produzioni, anche nel mantenimento di alcuni areali produttivi “particolari” dove possono trovare insediamento alcune cantine fortemente legate all’ambiente circostante, cosa che avviene regolarmente in alcune regioni d’Europa del mondo.  Pertanto, ecco perché si ritiene che “lo sviluppo sostenibile è un obiettivo globale che nel rispondere ai bisogni delle generazioni attuali cerca di non compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie