Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 21 Settembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Mazara festeggia la Madonna del Paradiso - Trapani Oggi

0 Commenti

3

4

0

3

0

Testo

Stampa

Cultura

Mazara festeggia la Madonna del Paradiso

03 Luglio 2012 09:15, di Niki Mazara
Mazara festeggia la Madonna del Paradiso
Cultura
visite 587

Mazara del Vallo, 3 luglio 2012- La Diocesi di Mazara del Vallo festeggia la propria patrona. Da mercoledì prenderanno il via i festeggiamenti in onore di Maria Ss del Paradiso, il quadro venerato dai fedeli all’interno dell’omonima chiesa a Mazara del Vallo ed invocata come “Bedda Matri di lu paraddisu”. Alla Madonna sono legati i fatti prodigiosi della sera del 3 novembre 1797: mentre alcuni esercitanti pregavano davanti la sacra immagine di Maria posta sull’altare detto “del Paradiso”, ripetutamente gli occhi della Vergine si sono mossi benevoli verso quanti la invocavano. Il miracolo ripetuto varie volte alla presenza del popolo in preghiera e dei padri della Congregazione del Ss Redentore (don Pietro Frangeamore e don Giuseppe Disparte) indusse il vicario generale don Girolamo Salerno, in assenza del Vescovo, a far trasferire processionalmente la sacra immagine nella Cattedrale. Davanti al Vescovo monsignor Orazio Della Torre, rientrato da una sacra visita, si ripetette il miracolo della mozione degli occhi. E il fatto prodigioso si verificò ancora nei monasteri cittadini dove il quadro venne portato. Il processo canonico fu indetto dal Vescovo il 6 dicembre 1797, su richiesta del Capitolo e della civica amministrazione. Davanti al Vescovo e tre teologi (Girolamo Salerno, Giuseppe Antonio Lo Jacono e Vito Rallo) sfilarono 161 testimoni oculari e la cui deposizione è gelosamente custodita tra gli scaffali dell’Archivio storico diocesano. La Madonna del Paradiso venne proclamata nel 1963 principale patrona della Chiesa mazarese. «”La Provvidenza di Dio ha voluto in questi critici tempi ancora nella città di Mazara manifestare a tutto il mondo un ammirevole e costante prodigio”: questo c’è scritto in un manoscritto del 1897 nel primo centenario del miracolo - dice il Vescovo monsignor Domenico Mogavero - ecco, oggi quel messaggio appare particolarmente significativo, essendo la nostra Diocesi una Chiesa di frontiera: chiamata dalla Provvidenza al ruolo di crocevia di popoli diversi e punto di incontro delle civiltà cristiana e islamica».  Il programma prevede mercoledì (4 luglio) alle ore 19  la Santa Messa nell’omonimo santuario. A seguire il rito della “discesa” del quadro e processione sino in Cattedrale. Giovedì, venerdì e sabato, alle ore 19, messa cantata con predica, celebrata da don Carmelo La Rosa. Domenica (8 luglio) alle 19 in Cattedrale, festa della incoronazione con la santa messa presieduta dal Vescovo. Alle 20 la processione del quadro sino alla chiesa di Cristo Re. Martedì 10 alle ore 20 processione del quadro dalla parrocchia di Cristo Re sino a San Lorenzo. Venerdì e sabato (13 e 14) presso il monastero di San Michele alle ore 20 Vespri ed omaggio alla Madonna. Domenica (15) giorno del ringraziamento. Alle ore 20 dalla Cattedrale si muoverà la processione sino al Santuario della Madonna del Paradiso.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings