Trapani Oggi

Oggi i funerali di Nuti in forma privata - Trapani Oggi

Attualità

Oggi i funerali di Nuti in forma privata

15 Giugno 2023 04:06, di Redazione
visite 1218

Per Prato un dolore immenso

Tre giorni fa un protagonista del cinema italiano se n'è andato, a Roma si è spento Francesco Nuti all'età di 68 anni. Il regista e comico toscano era malato da tempo. Lo ha reso noto la figlia Ginevra con i famigliari che hanno voluto mandare i loro ringraziamenti a tutto il personale sanitario e a tutti coloro che hanno avuto in cura prima di tutto una persona che negli ultimi anni ha sofferto parecchio.

Giuliana De Sio profondamente scossa ha affermato: " Quando quelli della tua generazione se ne vanno, quelli con cui sei cresciuta, la sensazione è terribile come quella che provo io per la scomparsa di Francesco". L'attrice, che ha frequentato con successo sia il cinema d'autore che quello popolare insieme ad una fortunata carriera televisiva, senza nutrire mai particolari snobismi di sorta, era legata a Nuti grazie al film campione d'incasso " Io Chiara e lo Scuro"; e anche a " Casablanca Casablanca".

" In questo momento - ha proseguito la De Sio - "mi affiorano alla mente i casini, le risate, le cene, le cantate con la chitarra. Mi ricordo di quando venne a mancare il suo babbo, i suoi singhiozzi e la prima prova dietro la macchina da presa, mi sembra ieri quando diede il primo ciak spaesato a Tangeri". Ha concluso l'attrice di tante pellicole entrate nell'immaginario popolare: " La sua è stata un'autodistruzione che non sono mai riuscita a spiegarmi, nonostante ciò pensavo di conoscerlo bene".

Si svolgeranno nella giornata di oggi, in forma strettamente privata, i funerali di Nuti, ma Prato, la città dell'attore e regista, non ha mancato di unirsi al cordoglio decidendo di proclamare per giovedì una giornata di lutto cittadino. Dal Comune spiegano " che è un giorno di dolore che precederà i tanti momenti in cui questa iconica figura degli anni '80 verrà ricordata. Per lui è prevista la commemorazione al prossimo Consiglio comunaledi giovedì 22 giugno".

Inoltre le Manifatture digitali Cinema, sempre per volere dell'amministrazione comunale, saranno intitolate proprio a questo "toscanaccio" nato nel 1955; la decisione è stata presa di concerto sia dal primo cittadino Matteo Biffoni che dall'assessore alla cultura Simone Mangeri e dal Presidente della Regione toscana Eugenio Giani, in accordo con Stefania Ippoliti, la direttrice della Film commission. " Un modo per ricordare un grande protagonista della settima arte, simbolo della più intelligente comicità toscana, era giusto ricambiare in qualche modo l'affetto profondo che anche nei momenti più bui ha sempre manifestato nei confronti della sua terra", ha detto un Giani profondamente scosso.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie