Trapani Oggi

Positiva la prima amichevole del Trapani Calcio - Trapani Oggi

Trapani | Sport

Positiva la prima amichevole del Trapani Calcio

21 Luglio 2014 08:54, di Niki Mazzara
visite 595

Buona la prima, Il Trapani Calcio supera in amichevole la Kn Sava Kranj, formazione slovena, alla sua prima uscita ufficiale. A segno i nuovi arrivati...

Buona la prima, Il Trapani Calcio supera in amichevole la Kn Sava Kranj, formazione slovena, alla sua prima uscita ufficiale. A segno i nuovi arrivati Citro e Lombardi. Una partita da cui mister Boscaglia ha tratto le prime indicazioni, come confermato incontrando in videoconferenza i giornalisti. ““siamo ancora abbastanza pesanti – afferma -, perché siamo all’inizio della preparazione, c’è anche qualche acciaccato ed abbiamo avuto un po’ di difficoltà a fare le due formazioni che hanno giocato il primo ed il secondo tempo della gara. Ma è tutto sommato normale: non si può avere in questo momento linearità e grande scorrimento di palla. Siamo consapevoli, continua Boscaglia, che dobbiamo lavorare ancora tanto sia per quanto riguarda la forma, sia sotto l’aspetto tattico. Non avevo bisogno di questa partita per capirlo, ma è un bene che ci siano errori, perché vuol dire che ci sono giocatori abituati a giocare in maniera diversa, che devono mantenere quanto di buono sono riusciti a fare nelle passate stagioni, ma imparare a giocare nel nostro contesto, con la nostra mentalità. Sono assolutamente tranquillo”. Poi Boscaglia ha evidenziato come “questa è una squadra quasi completamente nuova, con molti giocatori nuovi, molti giovani. Lo sapevamo e per questo abbiamo deciso di restare qui qualche settimana in più: si deve lavorare in un certo modo, abbiamo bisogno di fare giocare la squadra insieme, senza distrazioni, con la massima concentrazione. Dobbiamo riuscire soprattutto a fare comprendere ai più giovani non solo cosa significhi giocare in serie B, ma soprattutto cosa significhi indossare la maglia del Trapani. Molti di loro per la prima volta si allontanano da casa e giocano con i “grandi”. Dobbiamo lavorare non solo sotto l’aspetto tecnico e tattico, ma anche cercare di rendere più agevole il passaggio dalla Primavera alla prima squadra”. Il mister granata si è poi soffermato su quale squadra ha intenzione di plasmare per il prossimo campionato: “una squadra che abbia più qualità e più gamba, nel senso che abbia più risorse umane e atletiche rispetto allo scorso anno perché sappiamo che il campionato è veramente lungo e duro. Quello che voglio e che ci dobbiamo aspettare da questo Trapani è che si possa variare anche assetto e modulo in corsa, o anche di sabato in sabato. Abbiamo giocatori assolutamente polivalenti , che possono fare più ruoli, che possono giocare esterni, in mediana, possiamo giocare con due o con tre attaccanti, con il trequartista. Possiamo fare di tutto. Certo, dobbiamo avere sempre la nostra fisionomia di gioco, il nostro assetto, ma di volta in volta possiamo cambiare, senza andare in confusione. Il nostro modulo rimane sempre quello, si lavora sempre attaccando con sei giocatori e difendendo con tutti e undici. Questo è quello che noi facciamo sempre. Poi di volta in volta in base all’avversario, a come si preparano le partite, a quelli che possono essere i difetti o i pregi dell’avversario si può vedere di lavorare in un certo modo. E’ naturale che su questo bisogna lavorare, perché per pensare di giocare il sabato a tre a metà campo o con i tre attaccanti ci si deve lavorare prima, altrimenti in campo si va in confusione. E non è semplice giocare su due/tre moduli, insegnare alla squadra a stare bene. Ci vuole un po’ di tempo e noi questo tempo ce lo stiamo prendendo qui e lo faremo anche a casa”. Intanto la squadra continua la sua preparazione e mercoledì prossimo affronterà in amichevole rappresentativa locale. “Chiederò ai ragazzi di migliorare sotto l’aspetto della gamba, di oleare un po’ più il gioco, di migliorare sia in fase di possesso sia di non possesso. Normalmente durante il campionato non faccio amichevoli infrasettimanali, perché preferisco lavorare su altro, però in questa fase prima dell’inizio del campionato queste partite sono importanti, perché è necessario che la squadra si conosca stando in campo. Mi aspetto che di volta in volta vi sia un passo in avanti. La prossima sarà una settimana molto pesante, anche a livello atletico. Vedremo come andrà”. Per quanto riguarda le amichevoli, interessante quella programmata per il 26 luglio con l’Udinese: “E’ un’occasione che non volevamo perdere, importante per la squadra, per i giocatori, soprattutto per la città di Trapani. Arriva un po’ presto se si guarda al nostro livello di preparazione e se si tiene conto che noi siamo un po’ appesantiti, con un po’ di infortuni, con tanti giocatori nuovi e loro sono in ritiro da un po’ più di tempo ed hanno giocatori di qualità rispetto alla nostra categoria. Ma il risultato non è importante. Quel che è certo è che il Trapani non potrà mai fare brutta figura con nessuno, noi usciremo sempre dai campi a testa alta, perché andiamo a giocarcela, come abbiamo sempre fatto e continueremo a fare”. Infine, alle domande dei giornalisti sui nuovi arrivati e sulla permanenza in granata di Matteo Mancosu, Boscaglia ha detto. “Ho visto da parte dei più giovani, ma anche dei meno giovani che sono arrivati adesso una grandissima predisposizione a giocare in un certo modo, una grande attenzione, non solo durante la partita. Nadarevic? E’ fermo da tre mesi, il primo allenamento che ha fatto è stato quello di ieri, quindi dovremo aspettarlo. Noi l’abbiamo preso per fargli fare l’esterno, a destra o a sinistra, in un centrocampo a quattro, ma anche in un attacco a tre. Matteo Mancosu? Sono felice per noi, ma la cosa importante è che sia contento lui di rimanere. Questa è una situazione che ha preso in mano il Presidente. Il tira e molla a cui tutti abbiamo assistito ha determinato l’intervento del presidente che lo ha ritirato dal mercato. A questo punto si tratta di far sì che lui continui a stare bene e sia felice di stare qui, come lo è stato finora. Posso assicurare che Matteo si sta allenando tranquillamente con noi e che nulla è cambiato. Se oggi non ha giocato è solo perché ha avuto qualche problema fisico due giorni fa e quindi ha saltato qualche allenamento. Oggi ha fatto delle ripetute e sta facendo lavoro di forza ed aerobico”. Per quanto riguarda il proseguo del mercato, il mister granata dice di aver chiesto “un elemento a centro campo e penso che serva un altro elemento in difesa. Poi penso che siamo a posto. Siamo in 29 per adesso, qualcuno dovremmo farlo andare a giocare. Scozzarella? Sono questioni di cui si occupa il direttore sportivo. Penso che la cosa sia a buon punto”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie