Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 22 Settembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Si è spento Lino Lo Pinto - Trapani Oggi

0 Commenti

4

5

2

7

0

Testo

Stampa

Attualità
Paceco

Si è spento Lino Lo Pinto

29 Giugno 2017 17:06, di Salvatore Morselli
Si è spento Lino Lo Pinto
Attualità
visite 1259

Stamattina, dopo una lunga malattia che negli ultimi tempi lo aveva costretto sulla sedia a rotelle, si è spento Natale “Lino” Lo Pinto. Designer di moda, pittore, giornalista, avrebbe compiuto 72 anni il prossimo 12 agosto. Personaggio culturalmente irrequieto, giovanissimo lascia Paceco ed approda a Roma. Qui conosce Irene Brin (pseudonimo di Maria Rossi), una giornalista di costume, scrittrice, mercante d’arte, donna di classe e di cultura che lo mette sotto la sua ala protettrice. Lo Pinto comincia a scrivere per le riviste, diventa redattore di moda per Big, settimanale musicale degli anni Sessanta, lavora per il mensile Vogue, per cui intervista i maggiori artisti di quegli anni, da Alberto Sordi a Vittorio Gassman, ad Alberto Moravia e segue le sfilate di moda. Scoppia a quel punto la sua passione per gli abiti che disegna per i giornali ed i suoi disegni vengono pubblicati anche dal New York Time. Fu disegnatore di moda per il mitico Piper club, lavorò per lo Stabile di Genova. Il momento di maggiore notorietà lo raggiunge a cavallo degli anni Settanta e Ottanta quando i suoi capi sfilano sulle passerelle per Annapaola R, Tabarca, Camargue, Sharon, mentre le maggiori riviste italiane e internazionali, Vogue su tutte, gli dedicano articoli e sulle copertine campeggiano le sue creazioni. Negli anni Novanta un’altra svolta: si trasferisce a New York, lascia il mondo delle passerelle e si dedica alla pittura. Meticoloso e puntiglioso, studia ad Harvard, specializzandosi sulla pittura rinascimentale. Partecipa a diverse collettive, espone al May Boone Gallery. La sua attività pittorica continua anche quando torna in Italia esponendo in varie gallerie. Nel 2010 la sua ultima mostra: una collettiva presso lo Studio Stefania Discetti, a Roma. Da un paio di anni era tornato a Paceco, paese con cui non aveva mai spezzato il suo cordone ombelicale. L’ ultima apparizione in pubblico in occasione della inaugurazione del nuovo Cine Teatro Roma, dove espose alcune delle grandi tele che teneva a casa. Al Comune, in occasione della cerimonia con la quale l’amministrazione Martorana volle premiarlo per la sua carriera artistica, regalò “Music Hall Varietà“, un quadro che ora è esposto nella Sala Giunta del Municipio. Il sindaco di Paceco, Biagio Martorana, che di Lo Pinto era amico da sempre e con cui aveva anche condiviso il periodo “romano”, ha ricordato come Lino fosse “una persona estremamente sensibile ed un artista eclettico, che ha raggiunto importanti traguardi distinguendosi nel mondo per i suoi disegni, per la sua pittura, per le sue creazioni di moda e per le scenografie teatrali. Le sue creazioni, frutto della sua intelligenza e della sua fantasia, hanno fatto il giro del mondo. Ovunque è andato ha onorato il nome di Paceco”. E proprio nella qualità di primo cittadino ed “a nome della comunità di Paceco” ha voluto esternare “sentimenti di vicinanza ai suoi familiari ed amici”.

© Riproduzione riservata

Commenti
Si è spento Lino Lo Pinto
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie