Trapani Oggi

A Marsala flash mob del MISAAC - Trapani Oggi

Marsala | Attualità

A Marsala flash mob del MISAAC

01 Marzo 2023 07:45, di Redazione
visite 1465

Il sindaco Grillo solidale con i lavoratori

Internalizzare la funzione di assistenza all’autonomia e comunicazione nei ruoli dello Stato, con conseguente stabilizzazione dei lavoratori che svolgono tale servizio all'interno delle scuole. È quanto si propone il Misaac, il Movimento che - nella giornata di ieri - ha indetto un flash mob nazionale a sostegno del relativo Disegno di Legge in discussione al Senato (Commissioni 7^ e 10^).

Anche a Marsala, in Piazza Della Repubblica, il Comitato locale Misaac ha preso parte all'iniziativa cui l'Amministrazione comunale manifesta supporto e solidarietà. “Abbiamo fatto quanto possibile per assicurare il servizio nelle scuole, afferma il sindaco Massimo Grillo; ma un altro aspetto importante è quello di chi svolge funzioni così delicate e che ha il diritto di avere riconosciuta la propria dignità di lavoratore a livello nazionale, abbandonando la situazione di precariato in cui puntualmente si ritrova”.

“Il disegno di legge mira a sanare un grave e drammatico errore storico commesso dalla legge 104/1992, art. 13, comma 3, che nel prevedere le due funzioni scolastiche universalistiche – essenziali, obbligatorie e specialistiche – a supporto degli alunni con disabilita’- il docente di sostegno e gli assistenti all’autonomia e comunicazione – ha internalizzato presso il Ministero dell’Istruzione i docenti di sostegno – e lasciato gli assistenti alla competenza degli enti territoriali – Regioni – ex Province e Comuni. L’esternalizzazione di un servizio scolastico essenziale, obbligatorio e universalistico – unitamente al meccanismo, di fatto, di intermediazione di manodopera qualificata – ha determinato il più clamoroso e sconcertante sistema di precariato assistenziale e lavorativo, che l’ Italia ha mai conosciuto a questo livello di competenze – con un aggravio di risorse economiche spaventoso a carico degli Enti territoriali – ormai al collasso. Un sistema che ha arricchito pochi – per impoverire moltissimi! Cio’ ha determinato e determina, ogni anno, un gravissimo pregiudizio in danno della condizione di vita scolastica degli alunni con disabilita’ che necessitano di tale funzione assistenziale – a supporto della didattica – senza la quale, ogni pur minima espressione relativa alla garanzia del diritto allo studio – all’istruzione e all’inclusione scolastica, e’ semplicemente impossibile che si determini.

Ogni anno, ormai ripetutamente, assistiamo inermi allo stesso fenomeno di sfacelo – vi sono Comuni dove all’inizio dell’anno scolastico il servizio non parte. Quando parte, con mesi e mesi di ritardo, le ore assistenziali non sono mai quelle di cui gli alunni necessitano indicate nel PEI ( Piano Educativo Individualizzato).

Si registrano Comuni a zero ore di assistenza; oppure due ore di assistenza a settimana, cioe’ appena 10 minuti al giorno (scandaloso e sconcertante!). Registriamo spesso interruzioni del servizio durante l’anno scolastico – allocazione di risorse economiche nei bilanci modeste degli Enti, rispetto all’effettivo fabbisogno emerso dal piano educativo individualizzato. Enti territoriali in dissesto o quasi dissesto finanziario, che scaricano sugli alunni piu’ fragili la loro condizione finanziaria. Ma, come ha dimostrato il MISAAC, in un report di 150 pagine consegnato a tutti i Senatori componenti delle dette Commissioni, anche in quegli Enti territoriali piu’ floridi registriamo lo stesso fenomeno di riduzione delle risorse, di disagio e pregiudizio. Sul fronte condizione degli alunni e delle famiglie, cio’ determina un gravissismo pregiudizio alla condizione di vita scolastica degli alunni piu’ fragili, lasciati alla merce’ di un sistema scandaloso e deplorevole. Cio’ costringe le famiglie ogni anno a lottare – denunciare – protestare con i rappresentanti politici locali – fare azioni civili e di risarcimento danno a carico degli Enti territoriali – denunciare, spesso anche penalmente, i rappresentanti locali, per interruzione di un servizio essenziale.

© Riproduzione riservata

Tag MISAAC
Ti potrebbero interessare
Altre Notizie