Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 06 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Al via gli sconti, ma le previsioni sono “nere” - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

4

1

3

Testo

Stampa

Rubriche
Trapani-Erice

Al via gli sconti, ma le previsioni sono “nere”

02 Gennaio 2013 22:16, di Niki Mazara
Al via gli sconti, ma le previsioni sono “nere”
Rubriche
visite 243

Si sono aperti oggi in Sicilia i saldi invernali. La stagione degli sconti andrà avanti fino al 15 marzo. Secondo le stime dell’Ufficio Studi Confcommercio ogni famiglia spenderà mediamente 359 euro per l’acquisto di capi d’abbigliamento ed accessori, per un valore complessivo di 5,6 miliardi di euro, pari al 18 per cento. A Trapani, in linea con il trend nazionale, si prospetta un ampio assortimento di merce visto che le vendite nelle scorse settimane non sono andate bene a causa della crisi economica. Si parla di un calo stimato attorno al 40 per cento, ad iniziare proprio dal settore dell’abbigliamento, uno dei più colpiti dalla contrazione dei consumi. Le giacenze nei magazzini sono piuttosto elevate, come evidenziato dal presidente della Confcommercio di Trapani Giuseppe Pace. “E' un momento buono per gli acquisti visto che si prospetta un ampio assortimento con percentuali di sconto piuttosto allettanti. Sarà una stagione di sconti all’insegna della qualita e della convenienza”, ha evidenziato Pace, che ha poi invitato i consumatori ed i negozianti ad attenersi al vademecum diffuso dalla Confcommercio, che si riporta di seguito.Principi base per l’acquisto degli articoli in saldo. 1. Cambi: la possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme (art. 1519 ter cod. civile introdotto da D.L.vo n. 24/2002). In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto. 2. Prova dei capi: non c’è obbligo. E'  rimesso alla discrezionalità del negoziante. 3. Pagamenti: le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante qualora sia esposto nel punto vendita l'adesivo che attesta la relativa convenzione. 4.Prodotti in vendita: i capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. Tuttavia nulla vieta di porre in vendita anche capi appartenenti non alla stagione in corso. 5. Indicazione del prezzo: obbligo del negoziante di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings