Trapani Oggi

Chiesto il rinvio a giudizio per 13 persone accusate di produzione e vendita di farmaci dimagranti illegali - Trapani Oggi

Sicilia

Chiesto il rinvio a giudizio per 13 persone accusate di produzione e vendita di farmaci dimagranti illegali

10 Febbraio 2022 10:35, di Redazione
visite 1217

L'operazione era stata portata a termine dalla Guardia di Finanza di Gela tra il 2016-2020

Concluse le indagini connesse all’operazione denominata “Ghost Drug-Lab”, eseguite dalla Guardia di Finanza di Gela tra il 2016 e il 2020 e coordinate dalla Procura della Repubblica di Caltanissetta, Procuratore Fernando Asaro..

Chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di 13 soggetti, originari delle province di Caltanissetta, Agrigento e Catania, ed operanti per lo piĂą sul territorio gelese. I reati contestati risultano, a vario titolo, connessi alla produzione e commercializzazione non autorizzata di capsule dimagranti a base di sostanze classificate come stupefacenti o psicotrope.

L’operazione ha permesso di ricostruire l’esistenza di una vera e propria filiera di produzione e distribuzione di capsule dimagranti e medicinali illegali, anche attraverso la determinante collaborazione di due medici dietologi gelesi, i quali, secondo l’ipotesi sostenuta dalla Procura, prescrivevano ai propri pazienti l’assunzione delle capsule nelle terapie a scopo dimagrante.

Dalle indagini preliminari è emerso che ogni confezione di capsule dimagranti prodotta dagli indagati conteneva 180 capsule a base di “efedrina” (noto precursore utilizzato per la produzione di sostanze stupefacenti), delle quali il paziente/assuntore, per dimagrire, ne assumeva circa 5 al giorno.

L’approvvigionamento delle sostanze chimiche necessarie, tra le quali anche il “Sildenafil” (farmaco per la cura delle disfunzioni erettili) e il “Fenadol” (farmaco antinfiammatorio e antireumatico), e diverse tipologie di amminoacidi, avveniva attraverso un farmacista locale, il quale si riforniva presso due distributori (a Palermo e in Provincia di Prato) ed era impegnato, al contempo, anche nella pubblicizzazione e commercializzazione “sotto banco” del prodotto sul territorio.

La raffinazione delle sostanze avveniva grazie ad un secondo farmacista gelese non iscritto all’Albo, all’interno di un laboratorio occulto dove al termine di una perquisizione, sono state rinvenute le attrezzature ed i materiali utilizzati per la preparazione e la sintesi delle sostanze farmacologiche per uso dimagrante, antinfiammatorio, antidolorifico, anabolizzante e per la cura delle disfunzioni erettili.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie