Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 21 Giugno 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Coronavirus, primo caso a Messina: positivo un 50enne di Sant'Agata Militello, ricoverato a Barcellona Pozzo di Gotto - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Cronaca

Coronavirus, primo caso a Messina: positivo un 50enne di Sant'Agata Militello, ricoverato a Barcellona Pozzo di Gotto

06 Marzo 2020 21:27, di Redazione
Coronavirus, primo caso a Messina: positivo un 50enne di Sant'Agata Militello, ricoverato a Barcellona Pozzo di Gotto
Cronaca
visite 1962

Come riporta il Sito /www.strettoweb.com  - è stato riscontrato il primo caso di contagio da coronavirus in provincia di Messina. Si tratta di un uomo di circa 50 anni che stamattina è stato soccorso a casa dal personale medico del 118 e trasportato nel reparto malattie infettive dell’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto, dopo aver ricevuto i risultati del tampone inviato al Policlinico di Catania. L’uomo è un vigile del fuoco in servizio a Roma, rientrato lo scorso fine settimana a Sant’Agata Militello. Da alcuni giorni il 50enne era in isolamento volontario nella sua abitazione, dal momento che alcuni suoi commilitoni erano risultati positivi al covid-19. Il quadro clinico dell’uomo appare comunque per il momento sotto controllo.Il sindaco di Sant’Agata Militello: “Evitare il panico”
Il sindaco di Sant’Agata Militello ha già contatto il Prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi e riferisce: “Tutte le procedure previste sono state assolutamente rispettate e che in ogni caso la positività al test risulta ancora a carattere provvisorio in attesa degli ulteriori accertamenti previsti.  Tutti i componenti del suo nucleo familiare stanno bene e non presentano sintomi.  Domani come da prassi anche i familiari saranno comunque sottoposti a tampone. Sono stato e sono tutt’ora in contatto costante con la famiglia, che ringrazio per essersi messa immediatamente a completa disposizione, ed a loro ho raccomandato di osservare scrupolosamente tutte le disposizioni sanitarie previste dal protocollo.  E’ chiaro che questo evento ci impone di attuare con attenzione ancor maggiore le disposizioni ministeriali , per cui faccio appello al senso civico ed alla responsabilità di tutti i cittadini, affinché vengano osservate scrupolosamente le disposizioni sanitarie a livello nazionale. Allo steso modo, pur comprendendo la naturale preoccupazione da parte della comunità, rivolgo a tutta la cittadinanza un accorato appello affinché si evitino situazioni di panico ed un clima di allarme sociale che non gioverebbe a nessuno. Al momento non risulta necessario adottare ulteriori misure rispetto a quelle già precedentemente adottate su scala nazionale nell’ambito del Dpcm. Con mia ordinanza, a puro scopo preventivo e indipendentemente dall’esito del tampone odierno, avevo già disposto la chiusura delle attività dei centri sociali comunali, la sospensione del mercato settimanale e la limitazione degli accessi in uffici ed esercizi commerciali al fine di rispettare le misure minime di sicurezza“.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings