Trapani Oggi

Due donne per la poltrona di sindaco ad Erice. Silvana Catalano candidato sindaco di Fronte Comune e Eric'è - Trapani Oggi

Erice | Politica

Due donne per la poltrona di sindaco ad Erice. Silvana Catalano candidato sindaco di Fronte Comune e Eric'è

24 Febbraio 2022 20:35, di Laura Spanò
visite 2435

Lo scopo della nostra azione è quello di porre al centro il cittadino e le sue esigenze

Non solo uomini in corsa per l'ambitya poltrona di sindaco di Erice, città della scienza e della pace. Accanto all'uscente Daniela Toscano infatti ci sarà un'altra donna che corre per la stessa poltrona di primo cittadino. E' Silvana Catalano. Il suo è una nuova visione incarnata dal progetto politico presentato da Fronte Comune e dal Comitato civico Eric’è. Una coalizione che alle prossime amministrative sarà in campo e sosterrà il candidato sindaco Silvana Catalano.
La presentazione ufficiale è avvenuta oggi, nel corso di una diretta Facebook, nel corso della quale sono intervenuti i promotori di Eric’è, Francesca Adragna e Giuseppe Mazzara, e Vincenzo Maltese per Fronte Comune, che saranno candidati al Consiglio comunale.

A spalleggiare Silvana Catalano e a dare forza alla sua proposta ci sarà l’avvocato Vincenzo Mal-
tese. “Tanta gente che conosce il mio impegno per questa città – ha detto Vincenzo Maltese –, e in
particolare le mie battaglie contro i disservizi della pubblica amministrazione e del gestore idrico in
particolare, in questi mesi mi ha chiesto di candidarmi anche come sindaco di Erice. Per questo mi
candido intanto al consiglio comunale di Erice nella lista Fronte Comune e sarò al fianco di Silvana
Catalano e vi resterò in caso di sua elezione a sindaco. Silvana, per come ho avuto modo di conoscerla e apprezzare la sua determinazione, ritengo essere la migliore competitor del sindaco uscente rispetto ai soliti nomi già noti da anni. Insieme a tanti amici e candidati cercheremo di dare una opportunità di volti nuovi e di cambiamento vero che può partire da Erice".

“Accolgo con entusiasmo la sfida – ha detto il candidato sindaco Silvana Catalano – convinta che
non sia piĂą rinviabile tornare a fare politica con la P maiuscola. Da troppo tempo, invece, la politica
si è trasformata in azione a favore di pochi (o di alcuni), e la cultura che si è diffusa, è quella che
riconosce nel politico il detentore di un potere assoluto, utile all’ottenimento di “cortesie”, come se il
cittadino avesse dimenticato i propri diritti e che questi non vanno barattati”.

“In questa battaglia per Erice – ha aggiunto Catalano – avrò al mio fianco Vincenzo Maltese, che
ringrazio fin d’ora per il suo sostegno, con il quale abbiamo intrapreso un percorso comune che
andrà anche oltre l’appuntamento elettorale. Il nostro gruppo è composto da persone capaci e competenti, da professionisti che hanno scelto di donare il proprio tempo alla collettività, crede in una politica diversa: noi non faremo della politica un mestiere perché per un politico di professione la politica è una carriera, è un mestiere che può dare fama e potere oscurando gli obiettivi più nobili di quella che dovrebbe, prima di tutto, essere un’azione compiuta per il bene comune”.

“Un particolare invito – conclude Catalano – lo rivolgiamo a coloro i quali disertano da tempo la
competizione elettorale: questa è l’occasione che può fare la differenza per Erice, in una città che
sembra sopravvivere a se stessa e non avere piĂą aspirazioni. Lo scopo politico della nostra azione
è quello di porre al centro il cittadino e le sue esigenze. La nostra parola d'ordine è condivisione”.

Curriculum

Sposata, 45 anni, 2 figli, ericina. Silvana Catalano è una psicologa e si occupa di sostegno e as-
sistenza a minori e famiglie con disagio, nella scuola e nei quartieri disagiati.  In politica è stata già candidata a sindaco, eletta in Consiglio comunale nel 2007, è stata anche assessore ai servizi sociali, alle pari opportunità e al centro storico di Erice.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie