Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 04 Dicembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Luci (poche) e ombre (molte) per le festività degli Italiani - Trapani Oggi

0 Commenti

3

3

1

1

33

Testo

Stampa

Rubriche
Marettimo

Luci (poche) e ombre (molte) per le festività degli Italiani

22 Dicembre 2013 12:13, di Redazione
Luci (poche) e ombre (molte) per le festività degli Italiani
Rubriche
visite 291

La tradizione, la convivialità, la voglia di stare insieme resistono alla crisi. Secondo i dati dell'indagine realizzata da Fipe-Confcommercio il 96% degli Italiani trascorrerà il Natale come lo scorso anno. Il 4%, invece, cercherà cambiamenti e a farlo saranno, soprattutto, i giovani adulti tra i 25 e i 34 anni e connazionali residenti al Sud e nelle Isole. Nove Italiani su dieci, l'89,8% (l'1,5% in più rispetto allo scorso anno), trascorreranno il Natale a casa propria o di parenti o amici, un trend che si presenta direttamente proporzionale al crescere dell'età. Coloro che si recheranno in un locale per il pranzo di Natale  - sono il 14,4% - lo faranno soprattutto perché preparare è troppo impegnativo. E a pensarla così sono soprattutto le donne (il 33,9% della popolazione femminile). Il 47,8% degli intervistati pranzerà a casa propria, il 34,2% festeggerà a casa di parenti o amici. Per quanto riguarda gli spostamenti - secondo l'indagine promossa da Federalberghi - tra Natale e Capodanno si muoveranno complessivamente 12 milioni di Italiani che dormiranno almeno una notte fuori casa. Si registra, quindi, un calo del 3% rispetto al 2012 nel numero di vacanzieri, e, tra coloro che restereranno a casa per le festività, 32 milioni lo faranno per motivi economici. Il giro d'affari determinato da questo movimento turistico ammonterà a circa 6,9 miliardi di euro (-9,1% rispetto al 2012 che fece segnare 7,6 miliardi).  Il 91% degli Italiani in vacanza resterà in Italia mentre la quota di viaggi all'estero scende al 9%. Le regioni più gettonate saranno la Valle d'Aosta col 12,8%, seguita daSicilia (11,7%) e Lazio (9%). Invece a Capodanno tra chi potrà permettersi una vacanza il 76% (rispetto all'83,8% del 2012) resterà in Italia, mentre il 24,2% (rispetto al 16,2% del 2012) andrà all'estero. In aumento il numero di quanti trascorreranno il Natale sul luogo di lavoro. Secondo un'indagine di Coldiretti, circa la metà degli Italiani (47%)non ha tagliato il budget per i regali mentre il 20% lo ha tagliato di un quarto, il 13% lo ha dimezzato e il 9% ridotto a meno della metà. C'è anche un 10% di intervistati che lo ha aumentato. Tra i regali più gettonati, nell'ordine, ci sono capi d'abbigliamento, libri e prodotti alimentari che rappresentano la voce sulla quale si è meno disponibili a tagliare.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings