Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 08 Dicembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Omicidio Barbera, arrestato il presunto assassino [VIDEO] - Trapani Oggi

0 Commenti

6

0

2

0

1

Testo

Stampa

Video
Trapani

Omicidio Barbera, arrestato il presunto assassino [VIDEO]

26 Agosto 2016 10:58, di Ornella Fulco
Omicidio Barbera, arrestato il presunto assassino [VIDEO]
Video
visite 495

Fermato dai Carabinieri il presunto responsabile dell'uccisione di Domenico Barbera, il 66enne vedovo di Paceco, padre di due figli, aggredito - a colpi di coltello - lo scorso 18 agosto e deceduto poi all'ospedale Civico di Palermo il 22 agosto. Si tratta del 23enne trapanese Francesco Angelo. Il ferimento sarebbe avvenuto, nelle prime ore del pomeriggio, durante una lite scoppiata tra i due nella zona di via Martiri di Nassirya, nel quartiere di Fontanelle Milo dove il giovane vive e dove aveva dato appuntamento a Barbera per un "chiarimento". Causa scatenante le presunte molestie sessuali che Barbera avrebbe messo in atto nei confronti della sorella di Angelo mentre la giovane si occupava delle pulizie nell'abitazione di campagna del 66enne. L'uomo, raggiunto da diversi fendenti di un comune coltello da cucina alla schiena, al torace e al capo, aveva fatto rientro nella sua abitazione e si era fatto poi trasportare da un amico al Pronto Soccorso dell'ospedale "Sant’Antonio Abate". Ai medici raccontò di essere stato investito da un’auto mentre transitava in bicicletta nella frazione di Dattilo. I sanitari si accorsero, però, che le ferite riportate erano state provocate da un arma da taglio e, come da prassi, informarono i Carabinieri che diedero l'avvio alle indagini coordinate dal sostituto procuratore Rossana Penna. Lo stesso 18 agosto, peraltro, era giunta al 112 la segnalazione di una rissa ma la pattuglia di militari dell'Arma intervenuta nel quartiere di Fontanelle-Milo non riscontrò alcun tafferuglio in atto. "La vicenda è maturata in un contesto socio-culturale degradato - ha commentato il procuratore aggiunto Ambrogio Cartosio durante la conferenza stampa svoltasi stamane al Comando provinciale dei Carabinieri di Trapani - del quale non solo magistratura e forze dell'ordine dovrebbero occuparsi. Questo è uno di quei casi in cui le vittime non sono solo i morti ma anche gli autori degli omicidi". "Abbiamo avuto notevoli difficoltà nell'individuare testimoni oculari, nonostante il fatto sia avvenuto in pieno giorno e in presenza di numerose persone. Ci siamo trovati di fronte - ha sottolineato la sostituto procuratore Rossana Penna - un contesto altamente omertoso. Con pazienza e professionalità si è riusciti ad aprire degli squarci, ascoltando alcune persone, che ci hanno consentito di giungere al risultato odierno". "Abbiamo operato in una realtà complessa in cui la gente non parla per paura o per sfiducia quando non per chiara ostilità nei confronti delle Istituzioni - ha aggiunto il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Stefano Russo - ed stato grazie all'interazione dell'attività di investigazione classica con quella tecnica che siamo riusciti a giungere alla soluzione in tempi brevi. Le nostre indagini proseguono e stiamo lavorando sull'ipotesi che vi possano essere altre persone coinvolte nell'omicidio". Francesco Angelo era stato rintracciato dai Carabinieri, la sera del 22 agosto, mentre si trovava a bordo di un'auto con altre persone ma era riuscito a darsi alla fuga. Successivamente si è presentato ai militari dell'Arma accompagnato dal suo difensore. Il gip ha disposto nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere. Per lui l'accusa è di omicidio volontario.

© Riproduzione riservata

Loading the player...
Commenti
Omicidio Barbera, arrestato il presunto assassino [VIDEO]
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie