Trapani Oggi

Amicizia, legalità, integrazione: al via torneo di calcio tra detenuti - Trapani Oggi

Trapani-Erice | Sport

Amicizia, legalità, integrazione: al via torneo di calcio tra detenuti

11 Luglio 2013 17:17, di Redazione
visite 859

Ha preso il via oggi, all'interno della Casa circondariale di Trapani, il 1° torneo di calcio a 5 A.L.I., riservato ai detenuti appartenenti al circui...

Ha preso il via oggi, all'interno della Casa circondariale di Trapani, il 1° torneo di calcio a 5 A.L.I., riservato ai detenuti appartenenti al circuito penitenziario di media sicurezza e ristretti nella sezione Mediterraneo. Il torneo è stato denominato A.L.I. perchè le ali sono simbolo di libertà ma anche perchè la sigla è acronimo di Amicizia, Legalità (alle otto squadre di detenuti sono stati assegnati i nomi dei giudici Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Giangiacomo Ciaccio Montalto, Alberto Giacomelli, Francesca Morvillo, Rocco Chinnici, Rosario Livatino e Gaetano Saetta) e Integrazione, dato che ogni squadra, composta da un massimo di 10 calciatori, ha tra le sue fila almeno 2 detenuti extracomunitari. "Al di là del momento di svago - ha commentato il comandante di reparto, commissario Giuseppe Romano - i detenuti hanno dimostrato grande maturità accettando di giocare sotto le “insegne” di magistrati-martiri uccisi dalla criminalità mafiosa". "Un salto di qualità - prosegue Romano - frutto di dialogo e di un dibattito, talvolta serrato, ma proficuo e in controtendenza in un momento storico in cui persone, cui la vita ha riservato successo, denaro, e folle di fans acclamanti, osano disprezzare le icone dell’antimafia". Il riferimento alla vicenda del calciatore del Palermo Miccoli è evidente. La giornata inaugurale del torneo ha visto contrapposte le squadre "Giovanni Falcone" e "Alberto Giacomelli" (finita 4–7) e, a seguire la "Paolo Borsellino" contro Gian Giacomo Ciaccio Montalto" (finita 2–3). La finale si svolgerà il 3 agosto.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie