Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 14 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Bollette e mercato di maggior tutela: le novità di luglio - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Attualità

Bollette e mercato di maggior tutela: le novità di luglio

30 Luglio 2020 13:20, di Eros Santoni
Bollette Luce e gas
Attualità
visite 643

Il fatto che i prezzi delle nostre bollette siano costantemente sottoposti a continui aumenti e diminuzioni non è certo una novità, dati i continui saliscendi dei prezzi imposti da ARERA, ma, fortunatamente, non mancano nemmeno soluzioni che ci aiutino a far fronte a queste situazioni. Ad esempio, ora che sono previsti aumenti per il mese di luglio si può pensare di far loro fronte grazie ai diversi bonus pensati dalla Regione Sicilia per venire in aiuto alle famiglie. Ecco perché in questo articolo scopriremo insieme quali sono le novità, e quali i metodi per risparmiare sulle spese in bolletta.

ARERA: in aumento la luce, scendono le tariffe del gas

Come anticipato poco sopra, per il mese di luglio sono previsti dei rialzi riguardanti nella fattispecie il costo dell’energia elettrica, dovuti ai rincari in termini di approvvigionamento delle materie prime e nelle spese di trasporto. In totale, quindi, il costo dell’energia elettrica per il terzo trimestre del 2020 sale del 3,3%, mentre quello del gas è destinato ad un calo corrispondente al 6,7%. Sono stati i costi di approvvigionamento ad impattare sulle bollette delle famiglie italiane, mentre altre voci di spesa spesso soggette a rialzi sono rimaste invariate, come ad esempio l’iva e le accise, insieme agli oneri di sistema. Sebbene però il costo delle materie prime abbia portato a un aumento nel prezzo dell’energia elettrica, questo ha, d’altro canto, portato anche a un abbassamento di quello del gas.

Tra bonus e scelte ecologiche: ecco come risparmiare

Questo calo nel prezzo del gas naturale non implica però che non sia importante far fronte all’aumento previsto per i costi dell’energia elettrica. Per prima cosa, è possibile sfruttare i bonus messi a disposizione dalla Regione Sicilia, oltre quelli sociali emessi a livello nazionale. Nel primo caso, si parla di una facilitazione ottenibile dalle famiglie siciliane con un reddito non superiore ai 40.000 euro, e prevede un importante sconto sugli interessi. Per quanto riguarda i bonus sociali, questi ultimi includono anche sconti relativi ai consumi di energia elettrica (il cosiddetto bonus luce) e vanno da un minimo di 125 euro fino a un massimo di 173 euro, dipendentemente dal numero di membri del nucleo familiare.
In secondo luogo, dato che gli aumenti colpiranno chi fa parte del mercato di maggior tutela, è bene cominciare a pensare di mettersi al riparo da questi inconvenienti passando al mercato libero. Alcuni nuovi operatori permettono peraltro di fare un confronto tra le diverse tariffe di luce e gas proposte direttamente sul loro sito, in modo da poter calcolare velocemente qual è l’opzione che meglio si adatta alle proprie esigenze fra quelle disponibili. Oltre a ciò, è opportuno anche rimpiazzare le vecchie lampadine con quelle a LED, e utilizzare gli elettrodomestici con una classe energetica superiore, da A+ ad A+++. In entrambi i casi si tratta di soluzioni che aiutano le bollette, ma anche il pianeta. Un altro suggerimento importante è quello di evitare lo stand by dei dispositivi elettronici, dato che consumano comunque energia anche in quello stato, e sfruttare ove possibile il forno a microonde al posto di quello statico o ventilato. Infine, è molto importante effettuare con regolarità la manutenzione dei caloriferi, della caldaia e del condizionatore, così da ottimizzare i consumi ed evitare gli sprechi.

Nonostante gli aumenti in arrivo vi sono comunque diversi i modi per farvi fronte: basta semplicemente applicare poche ma semplici abitudini per riuscire a risparmiare.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings