Trapani Oggi

Calatafimi - Segesta: intitolata una via al Commissaria Giovanni Palatucci - Trapani Oggi

Calatafimi Segesta | Cronaca

Calatafimi - Segesta: intitolata una via al Commissaria Giovanni Palatucci

13 Febbraio 2024 12:12, di Redazione
visite 808

La Santa Sede ha avviato il processo di beatificazione nominandolo "Servo di Dio"

Cerimonia a Calatafimi, in memoria di Giovanni Palatucci, ultimo Questore della Fiume italiana, morto il 10 febbraio 1945 nel campo di concentramento nazista di Dachau, Medaglia d’Oro al Merito Civile e riconosciuto “Giusto tra le Nazioni”.

L’iniziativa, dedicata al ricordo del valoroso Dirigente di Polizia - per il quale la Santa Sede ha
avviato il processo di beatificazione nominandolo “Servo di Dio” -
è stata fortemente voluta
dall’Amministrazione Comunale di Calatafimi Segesta e dal Questore di Trapani, Salvatore La
Rosa, il quale, nel solco degli eventi realizzati dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza su tutto il
territorio nazionale, si è soffermato sulla figura del funzionario di Polizia evidenziandone le grandi
doti umane e professionali.

L’evento, che ha avuto luogo all’esterno dell’istituto comprensivo “Francesco Vivona” si è
articolato in tre momenti salienti: l’intitolazione dell’arteria stradale antistante alla scuola – in
precedenza priva di denominazione – alla memoria di Giovanni Palatucci con scopertura del
toponimo ad opera del Prefetto di Trapani, Daniela Lupo e del Sindaco di Calatafimi Segesta,
Francesco Gruppuso e, successivamente, per mano del Questore di Trapani e della Dirigente
Scolastica Caterina Agueci, la collocazione di una lapide commemorativa e la piantumazione di un
ulivo – simbolo di pace e fratellanza – all’interno di una delle aiuole poste all’ingresso del
menzionato istituto.

La commemorazione - cui hanno preso parte altri rappresentanti delle locali Istituzioni e numerosi
rappresentati della stampa locale - è stato impreziosito dall’intervento di S.E. il Vescovo della
Diocesi di Trapani, Mons. Pietro Maria Fragnelli, il quale ha proceduto alla benedizione dell’albero
di ulivo.

A coronamento dell’iniziativa la partecipazione dell’orchestra dell’istituto scolastico “Vivona” con
l’esecuzione dell’Inno Nazionale e di un brano tratto dal film “La Vita è Bella”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie