Trapani Oggi

Circo tra le case, il NOITA chiede lo sgombero immediato - Trapani Oggi

Alcamo | Attualità

Circo tra le case, il NOITA chiede lo sgombero immediato

15 Ottobre 2016 15:14, di Ornella Fulco
visite 1041

Dopo le segnalazioni dagli abitanti della zona di via Vito La Rocca, che hanno lamentato l’insediamento del circo proprio davanti le loro case, con ta...

Dopo le segnalazioni dagli abitanti della zona di via Vito La Rocca, che hanno lamentato l’insediamento del circo proprio davanti le loro case, con tanto di immagini fotografiche per documentare i fatti, e che si dicono preoccupati per la loro incolumità, il presidente del Noita, Enrico Rizzi, ha inviato un atto di diffida al sindaco di Alcamo e, per conoscenza, al Questore, al Prefetto e al Servizio veterinario dell'Asp di Trapani, in cui si chiede di disporre "l’immediato sgombero del circo" che non sarebbe in possesso delle necessarie autorizzazioni per svolgere i suoi spettacoli che prevedono la presenza di animali "di razze domestiche e selvatiche anche cosiddette 'pericolose' di cui è proibita la detenzione". Rizzi sottolinea che "i circhi con animali al seguito vanno considerati come insediamenti produttivi, essendo assimilabili a stalle e allevamenti di animali" e non possono essere autorizzati ad attendarsi nel pieno centro cittadino come è avvenuto nel caso del Circo Wigliams. Nella nota si legge che i circhi devono essere collocati "nelle campagne e tenuti lontani dalle abitazioni ad almeno 40-50 metri; le stalle con animali devono, inoltre, essere autorizzate in base alle disposizioni del Regolamento di Polizia Veterinaria e l'attendamento del circo è legittimo previa autorizzazione e sopralluogo della Commissione di Vigilanza sui pubblici spettacoli". Rizzi sottolinea inoltre che l'area dove il circo stazione "risulta interamente occupata dai vari automezzi del circo, veicoli in sosta, container e da transenne che, quindi, rischiano di impedire ogni e qualsiasi possibilità di fuga del pubblico in caso di necessità nonché lo sgombero immediato ovvero lo spostamento di tutti gli esemplari ospitati" e che "tutto ciò risulta palesemente contrastante con le vigenti norme sulla sicurezza dei pubblici spettacoli". Il presidente del Noita sottolinea che "non risultano rispettate le misure e standard previsti dai 'Criteri per il mantenimento di animali nei circhi e nelle mostre viaggianti – CITES' e le 'Linee Guida per il man- tenimento degli animali nei circhi e nelle mostre itineranti” – CITES” per le strutture destinate alla detenzione degli animali del circo" dato che "gli animali hanno pochissimi metri quadrati a disposizione a causa dello spazio ridotto in cui il circo risulta attendato". Il Noita, conclude Rizzi, in caso di inerzia dell'amministrazione comunale, "si riserva di intervenire con ogni azione giudiziaria che riterrà opportuna".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie