Trapani Oggi

Covid/19. Guerra interna all'Asp di Trapani - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Covid/19. Guerra interna all'Asp di Trapani

29 Marzo 2020 09:39, di Redazione
visite 15643

In provincia in piena emergenza tra esposti, denunce, e risposte del manager Damiani

Dal canto suo il manager dell'Asp, Fabio Damiani, puntualizza come non ci sia alcuna "emergenza dei dispositivi di protezione individuale nei reparti Covid del trapanese". Sotto accusa anche per come si sia comportato  nel caso di un medico di Castelvetrano, chirurgo in servizio all'ospedale, adesso ricoverato in terapia intensiva a Palermo, che continuò ad andare al lavoro anche dopo aver contratto il virus. "Abbiamo aperto - dice Damiani - un procedimento disciplinare per il medico e adesso stiamo valutando l'invio dei documenti in Procura".

A Marsala,invece il personale in servizio denuncia "percorsi che non garantiscono sicurezza ad operatori e utenti" e Damiani replica: "Non è vero che all'interno delle strutture ospedaliere della provincia di Trapani ci sia commistione tra i reparti Covid e quelli non Covid; è chiaro che si è dovuto separare nettamente i percorsi, ci sono ascensori dedicati, sono stati disinseriti i meccanismi di aerazione".

Poi sottolinea, «non è vero che all'interno delle strutture ospedaliere della provincia di Trapani ci sia commistione tra i reparti Covid e quelli non Covid; è chiaro che si è dovuto separare nettamente i percorsi, ci sono ascensori dedicati, sono stati disinseriti i meccanismi di aerazione».

Ma nei giorni scorsi è accaduto un altro caso singolare: un anziano cardiopatico originario di Alcamo, trasferito al Sant'Antonio Abate di Trapani, durante il ricovero ha iniziato a manifestare i sintomi del corona virus.

«È stato immediatamente posto in isolamento e tutto il personale sanitario è stato sottoposto a tampone - precisa ancora il direttore Damiani - ma di certo episodi come questo sono delle tragedie che vanno gestite nel momento in cui si verificano».

Da tre giorni il laboratorio di biologia molecolare dell'ospedale di Marsala è uno dei venti punti in cui vengono eseguiti i tamponi per la diagnosi del virus, con una frequenza di 100/120 tamponi al giorno anche se ora si trova in difficoltà. «Adesso sono terminati i reagenti, la ditta fornitrice ci ha assicurato che entro martedì farà una fornitura - conclude Damiani - e fino ad allora spediremo i tamponi al laboratorio di analisi del Policlinico di Palermo».

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie