Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 30 Maggio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Denunciato migrante che chiedeva denaro al semaforo - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

2

2

0

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani

Denunciato migrante che chiedeva denaro al semaforo

01 Ottobre 2016 09:41, di Ornella Fulco
Denunciato migrante che chiedeva denaro al semaforo
Cronaca
visite 265

Un migrante 21enne, di nazionalità nigeriana, è stato denunciato a piede libero dalla Polizia Municipale per aver rifiutato di fornire i documenti e per resistenza a pubblico ufficiale. Gli agenti sono intervenuti, su segnalazione del consigliere comunale Francesco Salone, nei pressi dell'incrocio tra corso Piersanti Mattarella e via Convento San Francesco di Paola dove il giovane staziona abitualmente chiedendo denaro agli automobilisti. Già in passato lo stesso soggetto, sempre su richiesta di Salone, era stato controllato dalla Polizia Municipale a causa della sua insistenza, accompagnata a volte da modo bruschi, nel chiedere. Il migrante, alla vista degli agenti, ha tentato la fuga per un tratto della via Manzoni. "Per me – racconta Salone – è stato istintivo corrergli dietro, afferrarlo e bloccarlo anche grazie all’intervento di un autista di una ditta di trasporti. Sopraggiunti gli agenti e dopo essere stato fermato, ha prima rifiutato di identificarsi e di fornire un documento e poi, nuovamente ha cercato ripetutamente di divincolarsi, strattonando i vigili e minacciandomi". Il giovane è stato condotto negli uffici del Comando della polizia Municipale, identificato e denunciato. Èscattata la denuncia anche da parte di Salone che si è recato al Comando dei vigili per formalizzarla. "Invito i cittadini a non subire passivamente richieste di denaro che non siano accompagnate da modi urbani - conclude il consigliere comunale - ogni altra forma può certamente essere oggetto di attenzione da parte dell'Autorità giudiziaria e delle forze di polizia. Il comandante della Polizia Municipale, Gino De Lio, mi ha espresso gratitudine per aver aiutato il personale intervenuto e aver determinato un precedente che, almeno nei confronti di questo giovane nigeriano, consentirà agli agenti di operare con più efficacia in futuro. Chi chiede accoglienza nel nostro Paese deve rispettare la legge".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings