Trapani Oggi

E' morto il giudice Alfonso Giordano, fu presidente del Maxiprocesso a Cosa Nostra - Trapani Oggi

| Cronaca

E' morto il giudice Alfonso Giordano, fu presidente del Maxiprocesso a Cosa Nostra

12 Luglio 2021 19:34, di Redazione
visite 635

Si è spento oggi il giudice Alfonso Giordano, a dare la notizia il figlio Stefano, avvocato, con un post su Facebook. Una figura simbolo della lotta alla mafia. Giordano accettò l'incarico per gestire il maxiprocesso alla mafia nell'aula bunker dell'Ucciardone dopo che ben 10 colleghi avevano rifiutato ed emise il primo storico verdetto contro boss e picciotti.

Quel processo poi avrebbe cambiato per sempre la storia della lotta alla mafia. Dopo il rifiuto di 10 colleghi a presiedere quel dibattimento, Alfonso Giordano, per quanto fosse stato nominato soltanto da pochi mesi in Corte d'Assise, non ebbe esitazioni e accettò. Da presidente seppe tenere testa alle provocazioni e alle minacce neanche troppo velate che arrivavano dai boss chiusi nelle gabbie dell'aula bunker dell'Ucciardone, costruito proprio per quel dibattimento. Non lo fermò neanche un problema alla vista. Si è spento. Aveva 92 anni.

Giordano era entrato in magistratura nel 1952 ed arrivò a Palermo da sostituto procuratore nel 1960. Diventò docente di Diritto privato alla facoltà di Scienze politiche dell'università di Palermo. E' con il Maxiprocesso, quello in cui finalmente per la prima volta venne riconosciuta l'esistenza di Cosa nostra e vennero inflitte pesantissime condanne a boss e gregari tra i più pericolosi, che - grazie anche alle riprese televisive -diventò noto all'opinione pubblica, un simbolo. Ci vollero ore a Giordano per leggere quello storico dispositivo, che ha poi retto fino alla Cassazione.

A dare il triste annuncio della morte di Giordano è stato suo figlio Stefano, avvocato, con un post su Facebook: "Oggi alle 13.30 il presidente Alfonso Giordano è tornato serenamente alla casa del Padre. Le esequie si svolgeranno in forma strettamente privata".

Le reazioni ...

Morte Giordano, Musumeci: «Sicilia perde magistrato di altissimo valore»
«Accettò con coraggio e spirito di abnegazione un incarico che altri avevano declinato. Alfonso Giordano sarà ricordato per sempre come il presidente del primo maxiprocesso alla mafia, spartiacque nella lotta dello Stato a Cosa Nostra.La Sicilia perde un magistrato di altissimo valore».
Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie