Trapani Oggi

E' morto in California, Vincenzo Licari, era rimasto coinvolto in un incidente - Trapani Oggi

Mazara del Vallo | Cronaca

E' morto in California, Vincenzo Licari, era rimasto coinvolto in un incidente

10 Luglio 2023 08:00, di Laura Spanò
visite 7248

L'ex infermiere in pensione era ricoverato da giorni in prognosi riservata

Il cuore di Vincenzo Licari, l'ex infermiere in pensione di Mazara ha cessato di battere. È deceduto all'Antelope Valley Medical Center di Lancaster dove da alcuni giorni si trovava ricoverato in gravi condizioni e con la prognosi riservata.

Vincenzo Licari 68 anni  assieme alla moglie in vacanza in California mentre passeggiavano per la città a bordo di un calesse, era stato sbalzato a terra dopo che un coyote attraversando la strada aveva fatto imbizzarrire il cavallo che li trainava. A bordo del calesse, anche una coppia di amici di Campobello di Mazara, il calesse invece era condotto da una loro cugina proprietaria di un maneggio.

Quando il cavallo si è imbizzarrito il calesse si è capovolto su una strada sterrata e le cinque persone a bordo erano cadute rovinosamente a terra. Ad avere la peggio proprio Vincenzo Licari che era stato immediatamente trasferito presso l’Antelope Valley Medical Center di Lancaster in gravi condizioni e in prognosi riservata. Anche gli altri passeggeri del calesse erano finiti in ospedale con varie fratture varie su tutto il corpo. La moglie di Vincenzo Licari era stata già dimessa.

Ecco cosa aveva scritto nei giorni scorsi il figlio Tony: "Non è nella mia persona scrivere pubblicamente e condividere i miei stati d'animo... Ma mi sembra doveroso omaggiare la persona di mio padre Vincenzo Licari... Che trovandosi in vacanza negli Stati Uniti ha subito un brutto incidente, allo stato attuale sta combattendo tra la vita e la morte, i medici non ci hanno dato speranze nella ripresa, e confidiamo solo in un Miracolo, che lui penso si merita, lui uomo di fede, lui che ha sempre aiutato chiunque ad affrontare qualsiasi problema e trovato sempre una soluzione per tutti non chiedendo mai niente in cambio, perché non era nella sua politica. Ora che lui ha bisogno non siamo in grado di aiutarlo, io che ho sempre avuto un asso nella manica per chiunque non riesco a trovare una soluzione per lui, è una situazione invivibile quella che stiamo vivendo in questo momento. Chiedo solo di essere vicini al vostro caro Enzo Licari in modo che possa sentire la vostra vicinanza e stimolare la sua attività cerebrale. Grazie a tutti per essere presenti". Tantissimi i messaggi di cordoglio a cominciare dagli ex colleghi dell'ospedale Abele Ajello di Mazara.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie