Trapani Oggi

IACP. Una lapide per ricordare il centenario [VIDEO] - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

IACP. Una lapide per ricordare il centenario [VIDEO]

21 Dicembre 2021 12:05, di Laura Spanò
visite 1310

Presenti all'evento il Vescovo e il Prefetto

"Una casa come luogo della nostra anima, per sentirsi protetti e sicuri". Così ha sottolineato il presidente dell'IACP, Vincenzo Scontrino stamane alla scopertura della lapide per ricordare il centenario dell'Istituto. Presenti alla cerimonia il Prefetto, Filippina Cocuzza e il Vescovo Pietro Maria Fragnelli.

La lapide riporta una frase di don Luigi Giussani: "La casa è il luogo della memoria". "Stiamo cercando di dare una casa a tutti quelli che ce lo chiedono - ha detto Scontrino - cercheremo di dare risposte alle esigenze abitative per quanto ci è possibile. Lo stiamo facendo anche se il momento che stiamo vivendo è così particolare". " Poter essere poi noi a tagliare il traguardo dei 100 anni della Fondazione dell'Iacp di Trapani - il Regio Decreto è del 22 Dicembre 1921 - è una circostanza che ci porta a guardare al passato dal quale trarre ragioni per proseguire in un impegno di grandi progettualità".

Poi il riferimento a Trapani. "Non ci sono i rappresentanti del Comune di Trapani stamane - sottolinea Scontrino - anche se assieme siamo destinatari di fondi per l’ammodernamento del rione Cappuccinelli, interventi finanziati con i bandi per la Qualità dell’Abitare. Qualità dell'Abitare con la quale lavoreremo anche in altre città, un qualcosa che ha come fine il cambiare in meglio le nostre città". 

Scontrino è chiaro. "La nostra idea è quella di dare bellezza ai nostri agglomerati, rione popolare non deve più essere sinonimo di degrado, e servono sinergie anche con gli ordini professionali, sicuramente con quelli degli Ingegneri e degli Architetti, per ripristinare negli ambiti abitativi un vivere armonico con la vita di ogni cittadino. L’obiettivo è quello di garantire l’accesso alla casa come un diritto e un bene primario, per le persone e le famiglie in situazioni di fragilità, adeguandolo al nuovo contesto che ci consegna emergenze abitative alle quali rispondere, ma dove possono cogliersi, e l’Iacp di Trapani lo sta facendo, nuovi percorsi in un’ottica di sostenibilità, per interventi moderni e qualificanti, di innovazione e sperimentazione, di efficientamento energetico e di riqualificazione urbana, facendo dell’edilizia sociale pubblica uno strumento di inclusione e promozione sociale".

Serve però la collaborazione degli inquilini. Il rispetto degli obblighi relativi al pagamento degli affitti, rientrare dalle morosità che si sono accumulate, è cosa necessaria, con questi ricavi, ricordiamo, possiamo procedere a spendere risorse per le manutenzioni ordinarie, se queste somme vengono a mancare ovviamente si riduce la relativa disponibilità in bilancio. In questo contesto intendiamo migliorare il colloquio con i sindacati degli inquilini e con i Caf. C’è però una emergenza nell’emergenza.  Che è quella delle occupazioni abusive degli alloggi". La lapide celebrativa è stata collocata, per volontà del Consiglio di Amministrazione dell'Ente, presso l'entrata principale della sede dell'Istituto, in Piazzale Falcone e Borsellino. 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie