Trapani Oggi

Il Trapani Calcio a caccia di punti contro la Virtus Entella - Trapani Oggi

Trapani | Sport

Il Trapani Calcio a caccia di punti contro la Virtus Entella

12 Febbraio 2016 12:07, di Ornella Fulco
visite 659

Due trasferte consecutive per il Trapani Calcio, la prima domani a Chiavari contro la Virtus Entella. Mister Cosmi ha fatto il consueto punto pre part...

Due trasferte consecutive per il Trapani Calcio, la prima domani a Chiavari contro la Virtus Entella. Mister Cosmi ha fatto il consueto punto pre partita con la stampa. "Il pareggio di lunedì scorso - ha esordito - ci impone di cercare punti nelle prossime due partite. L'Entella ci precede di pochissimo in classifica e dall'incontro qui a Trapani ha inanellato una serie di risultati, è profondamente cambiata nella qualità del gioco; può fare la protagonista in un campionato che ormai conosce dopo l'esperienza, in parte amara, dello scorso anno. Noi non faremo riferimento alla partita di andata - che ci ha dato tre punti ed è stata bella, anche dal punto di vista dello spettacolo - è troppo lontana per essere presa in considerazione". Sulle assenze Barillà, per infortunio, e di Fazio e Scozzarella, squalificati: "Queste assenze - ha detto il tecnico granata - sono certamente pesanti ma in passato lo sarebbero state di più. Abbiamo giocatori altrettanto attendibili. In attacco abbiamo recuperato Torregrossa, abbiamo cinque giocatori per due ruoli e non possiamo stare a recriminare anche se, soprattutto per Barillà, è un grande dispiacere, lui alla fine della scorsa stagione è stato tra i più convincenti e determinati. Quest'anno non è stato al top per una serie di problemi fisici. Mi auguro che torni gli ultimi due mesi e mezzo/tre mesi come era l'anno passato. Dalla prossima settimana, intanto, dovremmo recuperare Ciaramitaro, lui è un giocatore importante non solo in campo o in panchina ma anche per l'ascendente che ha su tutta la squadra". "L'Entella - ha proseguito Cosmi - è una squadra molto pragmatica, che concretizza, che subisce poco, basta guardare l'ultima partita che ha disputato a Cagliari per capire quanto è pericolosa e sta stare in partita, una squadra molto omogenea nei reparti che sa mascherare bene i difetti che tutte le squadre, poi, hanno. Dovremo saper capire la partita, che non sarà semplice. Una partita, lo ripeto, che ci costringe a cercare punti per salvarci prima possibile, toglierci da una zona della classifica che al momento non è assolutamente chiara, il nostro obiettivo è di arrivare a quota 48-50 punti". A proposito dell'integrazione dei nuovi giocatori Cosmi ha sottolineato: "Nizzetto conosceva già tanto di questa squadra e della città. Io lo sto conoscendo adesso ma mi pare che abbia l'atteggiamento giusto. Gli altri tre, fin dai primi giorni, hanno mostrato le loro caratteristiche. Capisco il desiderio dei tifosi di vederli subito tutti in campo, è come quando compri una auto nuova, in parte la loro curiosità è stata esaudita nella scorsa partita, hanno visto in campo Petkovic e De Cenco. Si tratta di giocatori del tipo di cui avevamo bisogno. Tre ragazzi che hanno anche le qualità umane per vestire la maglia del Trapani. Noi chiediamo cose diverse da quelle di altre società, la capacità di integrarsi in una realtà che è molto gruppo, molto famiglia, con tanta voglia di affermarsi". Sarebbe cambiato qualcosa se avessero giocato contro il Como fin dal primo minuto? "Le opinioni post partita - ha ribattuto il mister - sono quelle più semplici ma vanno comunque rispettate. Non sono convinto che siano stati solo i subentranti a ribaltare il risultato della partita contro Como, immaginate, però, se avessimo perso con i giocatori nuovi cosa avrebbe significato dal punto di vista psicologico. Se mi chiedete di stabilire se sarebbero stati decisivi entrando fin dall'inizio, mi sembrerebbe offensivo per chi c'era prima e anche superficiale, io mi sottraggo a questo giochino che vale più per i tifosi che per l'allenatore di una squadra". Ancora sul Trapani: "Per quanto riguarda i prossimi mesi mi aspetto che i ragazzi siano in grado di dare tutto e di capire che non sempre gli avversari sono così forti come sembra, penso che sia arrivato il momento di cambiare atteggiamento nelle trasferte, ci vogliono convinzione e capacità di fare risultati. Se devo scegliere, ovviamente, preferisco che si cominci con i risultati". Sulle condizioni di Montalto e Coronado: "Montalto ha preso una botta ieri. Io ho scherzato con lui e De Cenco a cui ho spiegato che la competitività che volevo io è diversa, non è quella di fare l'entrata che ha fatto in allenamento su Montalto (sorride), il ragazzo ha preso un pestone, nulla di grave. Montalto ha tanti difetti ma ha una qualità unica, non si sottrae mai, dà tutto per la squadra. Coronado ha preso una botta dopo due minuti e questo ha condizionato la sua prestazione nella scorsa partita". Sulla scelta di Fulignati: "Il portiere può fare anche degli errori, ma io guardo pure la prestazione, come sta in campo, Lo vediamo in tutte le categorie, anche i portieri affermati fanno degli errori, figuriamoci un giovane come lui che ha esordito tra i professionisti quindici giorni fa. Magari un pizzico di emozione in più nel giocare in casa l'ha sentita. Non vi chiedo di non fare il vostro mestiere ma non create, giornalisticamente parlando, una "rivalità" con Nicolas. Ignorateli (Cosmi sorride, rivolto ai giornalisti). Anche per me non è facile fare scelte su questi ruoli, devi avere la fortuna di avere ragazzi intelligenti che capiscono fino in fondo le tue motivazioni". Questi i convocati per la gara contro la Virtus Entella: Portieri?: 1. Nicolas, 12. Geria, 31. Fulignati; ?Difensori: 2. Perticone, 3. Daì, 4. Pagliarulo, 6. Scognamiglio, 23. Camigliano, 28. Pastore, 29. Rizzato, 32. Accardi; ?Centrocampisti?: 20. Coronado, 21. Nizzetto, 24. Raffaello, 27. Eramo, 30. Cavagna; ?Attaccanti?: 8. Montalto, 9. Torregrossa, 10. Petkovic, 18. Citro, 36. De Cenco.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie