Trapani Oggi

“Mare Sicuro 2022”. Rafforzati i controlli lungo i litorali e in mare - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

“Mare Sicuro 2022”. Rafforzati i controlli lungo i litorali e in mare

13 Agosto 2022 13:04, di Laura Spanò
visite 833

Da oggi e fino al 15 uomini e mezzi della capitaneria i porto presenti sul territorio

In questo lunghissimo weekend di Ferragosto, la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Trapani sarà giornalmente presente sia a terra che in mare, come previsto nell’ambito dell’Operazione nazionale “Mare Sicuro 2022”.

Militari, mezzi navali e terrestri del Circondario Marittimo di Trapani (che comprende la Capitaneria di porto del capoluogo, gli Uffici Circondariali di Marsala e Pantelleria, gli Uffici Locali Marittimi di Castellammare, Favignana e Marettimo e la Delegazione di Spiaggia di San Vito lo Capo), saranno presenti lungo i litorali di giurisdizione, a terra con pattuglie sugli arenili a tutela della sicurezza della balneazione e per la vigilanza sul demanio marittimo mentre a mare, con l’impiego di unità navali per la salvaguardia della vita umana e per i collegati controlli di polizia marittima.

Da oggi e fino al 15 agosto prossimo saranno attivi più di cento militari, con impiego quotidiano di sei pattuglie a terra, cinque motovedette e sei battelli pneumatici per non parlare del personale presente H24 presso le Sale Operative. Insomma un controllo capillare per la tutela della sicurezza della navigazione a bordo delle unità che collegano il porto di Trapani con le isole minori, per verificare il rispetto del numero massimo di passeggeri trasportabili, l’idoneità e l’adeguatezza delle dotazioni di sicurezza e di salvataggio individuali e collettive.

Dalla Capitaneria partono le raccomandanzioni a chi va per mare: ai diportisti che la navigazione e l’ormeggio delle unità da diporto, compresi windsurf e kitesurf, è vietata all’interno della zona riservata alla balneazione. Inolte, prima di prendere il mare, è buona norma verificare l’efficienza dell’unità, il livello di carburante, aver effettuato le manutenzioni al motore ed allo scafo, avere i documenti di bordo e le dotazioni di sicurezza e consultare le condizioni meteo marine e le ordinanze emanate dalla locale Autorità marittima. Usare massima attenzione nell’avvistamento del segnale (galleggiante recante una bandiera rossa con striscia diagonale bianca, visibile ad una distanza non inferiore a 300 metri), che indica la presenza di un nuotatore o sub in immersione, in questi casi occorre rallentare e procedere con prudenza, mantenendosi ad almeno 100 metri di distanza.

Ai bagnanti viene ricordato di mantenersi all’interno della zona di mare riservata alla balneazione, che è vietato tuffarsi dalle barriere ed opere portuali in genere, ed evitare di entrare in acqua quando è issata la bandiera rossa nelle spiagge. Di non allontanarsi dalla costa con materassini, ciambelle e canotti gonfiabili, quando spira vento da terra. In ogni caso per ogni necessità od informazione, si può chiamare lo 0923/5439217 e via radio VHF sul canale 16. Per segnalare le sole emergenze in mare, si ricorda il numero blu 1530, sempre attivo su tutto il territorio nazionale.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie