Trapani Oggi

Migranti. Sei rifugiati, tre bambini e tre donne, morti di fame e sete - Trapani Oggi

Sicilia

Migranti. Sei rifugiati, tre bambini e tre donne, morti di fame e sete

12 Settembre 2022 19:17, di Redazione
visite 719

Nave liberiana salva 28 migranti su un barcone alla deriva

Sei rifugiati siriani sono morti su un barcone a Pozzallo, di fame e di sete. Si tratta di due bambini di uno e due anni, un adolescente e tre adulti. I corpi senza vita di due bambini piccoli di uno e due anni, di un 12enne e di tre donne, tra cui una anziana, sono stati ritrovati su una barca ferma in mare da diversi giorni sulla rotta tra Turchia e Malta e soccorsa dalla Guardia Costiera e arrivata questa mattina, nel porto siciliano di Pozzallo. Lo afferma l’Unhcr, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, sottolineando che l’Agenzia sta assistendo i 26 sopravvissuti sbarcati in città, molti dei quali presentano condizioni estremamente gravi, tra cui ustioni.

Morti di sete. Morti per le ustioni riportate dopo giorni e giorni in mezzo al mare e sotto al sole cocente. Morti di fame. Morti nell’indifferenza dell’Europa.

Solo pochi giorni fa la vicenda di Loujin, morta di stenti a bordo di un barcone dove era salita con la mamma e la sorella minore. Aveva quattro anni, era siriana e si trovava sull’imbarcazione da dieci giorni. I soccorsi, chiamati a più riprese e non inviati fino all’ultimo momento, erano arrivati tardi.

Ventotto migranti sono stati tratti in salvo nei giorni scorsi ad opera di un mercantile battente bandiera liberiana a largo delle coste orientali libiche. La nave, che si trovava in navigazione in prossimità della piccola imbarcazione alla deriva, procedeva al recupero di tutte le persone presenti a bordo.

La nave liberiana, a seguito di un avvistamento aereo dell’unità in difficoltà, era stata appositamente dirottata in zona, per prestare assistenza, dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera italiana, unitamente ad un altro mercantile di bandiera italiana. 

Dalla nave, diretta verso nord, nella giornata di ieri veniva evacuata per motivi sanitari, una bambina in grave stato di disidratazione, e trasportata urgentemente, insieme alla madre, a La Valletta tramite un elicottero maltese. I restanti naufraghi - a circa 80 miglia a largo di Siracusa - venivano trasbordati sulla motovedetta CP 325 della Guardia Costiera italiana  e condotti in salvo a Pozzallo.

Il Comando di bordo della nave liberiana riferiva di non aver rinvenuto corpi privi di vita né a bordo né in mare in prossimità dell’imbarcazione.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie