Trapani Oggi

Nuovo Dpcm: Pasqua e pasquetta avremo l'Italia divisa per colore - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Nuovo Dpcm: Pasqua e pasquetta avremo l'Italia divisa per colore

03 Marzo 2021 08:06, di Redazione
visite 1297

resta il “coprifuoco” alle ore 22 e fino alle 5 del mattino

Il nuovo Dpcm firmato da Draghi entrerà in vigore da venerdì 5 marzo con regole e restrizioni valide fino a Pasqua: divisione dell'Italia per colori, scuole chiuse nelle zone rosse e in quelle aree con un'alta incidenza di casi. Restano le limitazioni agli spostamenti tra regioni, aprono i musei in zona gialla nei weekend su prenotazione. Il DPCM conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.

Locatelli annuncia: verrà somministrata una sola dose di vaccino a chi ha già avuto il Covid. Sarà un mese difficile anche per la recrudescenza della pandemia in Italia. Secondo il ministro Speranza, ci sono  "segnali robusti di ripresa della curva". Il tasso di positività in Italia è al 5%, a preoccupare è il nuovo aumento della pressione sugli ospedali nelle terapie intensive e nei ricoveri ordinari.

Coprifuoco

Nelle aree gialle, arancioni e rosse resta il “coprifuoco” alle ore 22 e fino alle 5 del mattino. In zona bianca le ordinanze regioni possono invece rinviare l’orario del ritorno a casa. La Sardegna – prima regione a conquistare il colore bianco – ha fissato il divieto di uscire dalle 23,30 alle 5.

Bar e ristoranti

In zona gialla bar e ristoranti possono restare aperti fino alle 18. Da quell’orario in poi è consentito l’asporto, fino al coprifuoco delle 22, e la consegna a domicilio, senza limiti di orario. In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18 solo per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande, comprese le enoteche (ma senza degustazione): da questi si potranno acquistare bevande alcoliche e analcoliche 'da asporto', senza consumo sul posto, fino alle 22. Dopo le 18 per bar e simili (senza cucina) resta sempre il divieto dell'asporto dopo le 18.

Scuole

Dal 6 marzo nelle zone rosse vengono sospese le attivitĂ  in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell'infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilitĂ  di svolgere attivitĂ  in presenza per gli alunni con disabilitĂ  e con bisogni educativi speciali.
Nelle zone arancioni e gialle, i presidenti delle Regioni potranno disporre la sospensione dell'attivitĂ  scolastica: nelle aree in cui abbiano adottato misure piĂą stringenti per via della gravitĂ  delle varianti; nelle zone in cui vi siano piĂą di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell'arco di 7 giorni; nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

Visite ad amici e parenti

Chi vive in zona rossa non può andare a trovare a casa amici e parenti nemmeno una sola volta al giorno, come era invece a Natale.  

Seconde case

Si può andare nelle seconde case, ma soltanto se si trovano in una regione gialla o arancione e soltanto se per farlo non si deve uscire da una regione arancione scuro o rossa. Chi vive in zona arancione scuro non può uscire dal Comune di residenza anche per andare in una seconda casa. Vietato, in ogni caso, invitare amici o parenti che non facciano parte del proprio nucleo familiare. In caso di case condivise o in multiproprietà potrà andare solo una famiglia alla volta. Bisogna inoltre dimostrare di essere proprietari o affittuari da una data antecedente il 14 gennaio 2021.

Spostamenti nazionali

In tutta Italia è vietato spostarsi tra regioni, anche se si trovano in fascia bianca o gialla. Si può uscire dalla propria regione soltanto per motivi di lavoro, salute e urgenza, possibilmente portando con sé il modulo di autocertificazione. In zona arancione è vietato anche uscire dal proprio comune di residenza e rossa.

Spostamenti internazionali

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie