Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 27 Febbraio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Prodotti di bellezza - calo drastico nel 2020 - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Salute

Prodotti di bellezza - calo drastico nel 2020

15 Febbraio 2021 11:51, di Eros Santoni
Calo della vendita dei prodotti di bellezza
Salute
visite 3645

La chiusura dei negozi, i consumatori che hanno limitano le loro uscite dalle case e lo spettro della crisi che incombe, sono i fattori che hanno avuto un impatto negativo sulle dinamiche delle vendite dei prodotti cosmetici nel 2020. Le previsioni per il fatturato dell’anno 2020 del mercato interno dei cosmetici prevedono un calo di -9,3% e l’export del -15 % rispetto al 2019.

Il cambiamento delle abitudini nel 2020
Si deve in primo luogo comprendere le difficoltà che le aziende che sono impegnate nella produzione e vendita di cosmetici hanno affrontato quest'anno, dal lockdown alla chiusura di molti negozi e distributori, dalla difficoltà di rifornirsi con materie prime alla trasformazione delle abitudini degli acquirenti. Gli specialisti del marchio Chanel https://makeup.it/brand/23957/ affermano che i risultati sono molto più buoni rispetto alle previsioni fatte solo alcuni mesi fa.
Analizzando l’andamento delle abitudini di consumo degli acquirenti nel 2020, osserviamo che i profumi e i cosmetici mass market hanno registrato una lieve crescita rispetto ai prodotti di lusso.
Gli acquirenti in tutta l’Italia sono stati preoccupati di essere esposti a COVID-19 e la pandemia ha rimodellato i loro stili di vita, poiché il passaggio allo shopping online rimane forte. La pandemia ha avuto un impatto drammatico sul mercato dei cosmetici decorativi. Il bisogno e il desiderio di truccarsi sono stati ridotti a causa del costante allontanamento sociale, dell'uso di mascherine protettive e dell'incertezza. Tuttavia, l'aumento del tempo trascorso a casa è visto come un'opportunità per conoscersi e le priorità si sono spostate dall'aspetto verso la salute e la sicurezza personali a breve termine. I cosmetici forniscono uno sbocco creativo e supportano l'autostima, suggerendo che il mercato si riprenderà nel tempo.

Sempre di più si sceglie lo shopping online
Secondo le ultime stime sempre più acquirenti hanno scelto di acquistare cosmetici tramite negozi online, perché per le restrizioni imposte nel 2020, era più comodo ordinare online con consegna a domicilio. Gli acquisti online per i prodotti beauty e cosmesi nel 2020 sono cresciuti del circa 40% rispetto all’anno precedente. Il che è legato anche al fatto che le restrizioni legate alla diffusione dell'epidemia di coronavirus per quanto riguarda la chiusura dei negozi non si sono applicati anche ai negozi online. D'altra parte, molti dei negozi online hanno un grande formato, consentendo acquisti completi e la fornitura di tutti i prodotti cosmetici necessari. Ciò è dovuto al fatto che le persone che hanno voluto limitare l'uscita da casa, hanno acquistato i cosmetici necessari mentre facevano la spesa.

Il mercato grigio e il dumping
Anche i prezzi di dumping per i prodotti cosmetici contraffatti svolgono un ruolo importante in questo calo significativo. Non si dovrebbe pensare che in Italia, si vendono analoghi dei profumi conosciuti in tutto il mondo per le loro affascinanti composizioni olfattive. Turchia, Emirati Arabi Uniti, Indonesia, Polonia e Cina sono i leader nella produzione di analoghi dei grandi profumi di lusso. I profumi cinesi, dobbiamo dire, sono abbastanza economici e talvolta persino pericolosi. Gli altri sono popolari in tutta Europa, nonostante il loro scarso contenuto. I lavoratori arabi sono così desiderosi di creare bellissime composizione olfattive che a volte resistono persino al confronto con l'originale in termini di qualità. Questo trucco funziona alla grande per il pubblico di destinazione degli acquirenti che, nel 2020 a causa della diminuzione dei ricavi, non hanno potuto permettersi l'originale. Il costo di un tale prodotto è di circa 5-10 euro per bottiglia. Il canale principale per la vendita di analoghi dagli Emirati Arabi Uniti sono i negozi online.

Il mercato dei prodotti igienizzanti
Sebbene il lavaggio e l'igienizzazione delle mani abbiano sempre svolto un ruolo importante nelle abitudini igieniche quotidiane della maggior parte dei consumatori, queste abitudini sono state amplificate nel 2020. I risultati mostrano che i 93% dei consumatori si lavano le mani almeno due volte al giorno e oltre la metà di loro lo fa cinque o più volte. I tassi di utilizzo variano in base alla fascia di età, con i più piccoli che si lavano le mani meno frequentemente. I saponi sono più utilizzati nell’ambito domestico, mentre disinfettanti a base di alcol particolarmente apprezzati fuori casa. Inoltre, la rinnovata attenzione all'igiene delle mani tra i consumatori globali ha alimentato un aumento del fabbisogno di prodotti per la cura delle mani, in particolare lozioni e creme per curare la pelle secca o screpolata causata da lavaggi frequenti.

Con la mascherina di protezione sul viso, è quasi impossibile usare rossetto, fondotinta o cipria. Inoltre, a causa del coronavirus, è diventato spiacevole testare i cosmetici dopo che sono stati utilizzati da qualcun altro. Eppure, piano piano il mercato inizierà si riprendersi, grazie al fatto che i cosmetici rafforzano l'autostima e hanno un grande impatto sociale.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings