Trapani Oggi

A Castelvetrano la Commissione regionale Antimafia - Trapani Oggi

Castelvetrano | Politica

A Castelvetrano la Commissione regionale Antimafia

02 Febbraio 2023 11:33, di Redazione
visite 1579

Sindaco Alfano: "Segnale chiaro di aiuto e conforto a tutti"

«L'attuale sistema di gestione dei beni confiscati va rivisto perché non è funzionale. Se la mafia fa 10, lo Stato deve essere in grado di fare 11». Lo ha detto il sindaco di Castelvetrano Enzo Alfano prima dell’inizio dei lavori della Commissione regionale antimafia nel Comune di Castelvetrano. Nella cittadina in questi anni si è assistito al fallimento del gruppo '6GdO' che fu confiscato a
Giuseppe Grigoli e poi gestito da amministratori giudiziari.

Il sindaco lancia una sua proposta per una eventuale riforma: «E' necessario che la gestione dei beni confiscati sia affidata a un comitato interdisciplinare di professionisti guidato da un manager scelto con evidenza pubblica - ha detto il sindaco - abbiamo bisogno di persone con competenze sui settori
che si devono amministrare. Altrimenti lo Stato rischia di rimanere fallimentare quando si occupa della gestione dei beni confiscati».

«La presenza della Commissione regionale antimafia oggi a Castelvetrano è un segnale chiaro di aiuto e di conforto a tutti noi». Lo ha detto il sindaco di Castelvetrano Enzo Alfano che stamattina a palazzo Pignatelli ha accolto i componenti della Commissione.

Castelvetrano è la città natale di Matteo Messina Denaro, il boss arrestato il 16 gennaio dopo 30 anni di latitanza. «La Commissione ascolterà tutti i 25 sindaci della provincia e e questo rappresenta l’ulteriore segnale che si vuole creare un rapporto di vitalità di ordine economico e sociale in tutta la provincia», ha concluso Alfano.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie