Trapani Oggi

Cantina Europa. Indagine chiuse per le bottiglie di vino con etichette "Pinot" - Trapani Oggi

Petrosino | Cronaca

Cantina Europa. Indagine chiuse per le bottiglie di vino con etichette "Pinot"

09 Marzo 2024 08:08, di Redazione
visite 1643

La replica degli avvocati della Cantina sociale

AGGIORNAMENTO - La nota degli avvocati: smentiamo che l’etichetta di Pinot sia stata posta in commercio con vinificazione di altre uve. L'azienda assicura a tutti i soci e clienti l’assoluta correttezza del suo operato.

«Cantine Europa smentisce che sia stato notificato l’avviso di chiusura indagini e che vi siano ipotesi contestate in cui l’etichetta di Pinot sarebbe stata posta in commercio con vinificazione di altre uve». Lo scrivono in una nota gli avvocati Federico Lucarella e Paolo Paladino, legali di Nicolò Vinci e Salvatore Saladino, rispettivamente presidente e vicepresidente di Cantine Europa in merito all’indagine condotta dalla Procura della Repubblica di Marsala.
Al riguardo gli avvocati sottolineano «nelle informazioni di garanzia notificate non vi è alcun riferimento, né all’etichetta Pinot, né tanto meno al fatto che fosse stato prodotto con uva diversa “…di minor pregio..”».

«La scorsa settimana - prosegue la nota - sono stati notificati esclusivamente avvisi di garanzia ed eseguita un’acquisizione documentale, spontaneamente prodotta dalla Cantina a richiesta della Guardia di Finanza. La Cantina che, come avvenuto in passato, si è sempre sottoposta a qualsiasi verifica di legalità, collaborando con le forze dell’ordine, assicura a tutti i soci e clienti l’assoluta correttezza del suo operato e il rinnovato impegno per far emergere l’infondatezza di qualsiasi ipotesi di reato e si riserva l’immediata presentazione di denuncia nei confronti dei responsabili della fuga di notizie in violazione del segreto istruttorio e della diffusione di false notizie, nonché dei responsabili di strumentali iniziative delatorie con finalità di destabilizzazione dell’amministrazione della Cantina e della sua specchiata immagine»

Marsala - La Procura di Marsala ha notificato informazioni di garanzia per frode in commercio al presidente Nicolò Vinci, ad un enologo e a due dirigenti amministrativi della Cantina sociale Europa di Petrosino, uno dei comuni più vitati d’Italia a metà strada tra Marsala e Mazara del Vallo.

Secondo l’ipotesi d’accusa, con l’etichetta di «Pinot» sarebbero stati imbottigliati e commercializzati vini ottenuti da uve di minore pregio. Indagati sono anche una ventina di soci agricoltori. L’indagine, coordinata dalla Procura di Marsala, diretta da Fernando Asaro, è stata condotta dalla guardia di finanza, che nei giorni scorsi, coordinata dal capitano Adriana Curto, si è presentata negli uffici della cantina sociale per acquisire una corposa mole di documenti e notificare le informazioni di garanzia.

© Riproduzione riservata

De Luca
Ti potrebbero interessare
Altre Notizie