Trapani Oggi

Eco-bonus. Iacp avvia manifestazione di interesse diretta alle imprese - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Eco-bonus. Iacp avvia manifestazione di interesse diretta alle imprese

12 Agosto 2020 11:28, di Redazione
visite 1617

Il D.L. 34/2020 (c.d. “Decreto Rilancio”) ha l’obiettivo di supportare la ripresa dell’economia a
seguito della crisi collegata all’emergenza epidemiologica da Covid-19, ed ha previsto un super
ecobonus del 110% per la riqualificazione energetica in edilizia (articolo 119) al quale ha
accompagnato il meccanismo di cedibilitĂ  del credito di imposta a banche e istituzioni finanziarie
(articolo 121).

Considerato che numerosi operatori, formalmente o informalmente, hanno richiesto informazioni
sull’argomento, l'Istituto case popolari del capoluogo, fa sapere che "nelle prossime settimane saranno emanati gli indirizzi che questa Amministrazione intende assumere, fermo restando che per ogni chiarimento e/o delucidazione sarà possibile rivolgersi all’Area Gestione del Patrimonio – Servizio 3° - ovvero alla Direzione Generale dell’ente".

Oggi il Commissario Straordinario dott. Fabrizio Pandolfo e il Direttore Generale dott. Pietro Savona hanno convocato un incontro con i tecnici dell’Area Gestione Patrimonio al fine di avviare le procedure per giungere alla definizione di tutte le procedure, da quelle propedeutiche a quelle operative, per accedere ai benefici del cosiddetto “Decreto Rilancio”.

“Anche d’estate lavoriamo, cercando di recuperare quei momenti lavorativi rallentati per
l’emergenza Covid. Nonostante il periodo estivo ho apprezzato la completa partecipazione dei
tecnici dell’Iacp – dice il Commissario Straordinario dott. Fabrizio Pandolfo – cosa che ci ha
permesso di metterci tutti insieme al lavoro per rispettare i diversi passaggi imposti dal Decreto
Rilancio. OpportunitĂ  omportante che ci permetterĂ  di intervenire in quegli edifici che necesitano di
questi interventi, così da essere ammodernati e in grado di rendere migliore vivibilità a chi ci abita.
Ricordiamo sempre che per garantire il migliore decoro all’appartamento serve anche il concorso
dell’assegnatario anche sotto il profilo del rispetto delle norme di contratto per il puntuale
pagamento dei canoni, così da rendere sul bilancio dell’ente le risorse necessarie alle normali
manutenzioni”.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie