Trapani Oggi

Fa tappa in città il truck della campagna "Una vita da Social" - Trapani Oggi

Castelvetrano | Attualità

Fa tappa in città il truck della campagna "Una vita da Social"

06 Aprile 2016 17:03, di Ornella Fulco
visite 493

Sarà Castelvetrano la tappa in provincia di Trapani dell'edizione 2016 della campagna itinerante, realizzata dalla Polizia di Stato e dal Miur nell’am...

Sarà Castelvetrano la tappa in provincia di Trapani dell'edizione 2016 della campagna itinerante, realizzata dalla Polizia di Stato e dal Miur nell’ambito del progetto "Generazioni Connesse" del Safer Internet Center Italia, sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli di Internet. Il progetto è cofinanziato, da quest’anno, dalla Commissione Europea che lo ha riconosciuto come una delle migliori “best practices“ in Europa. L'obiettivo è quello di “fare in modo che i gravissimi episodi di cronaca culminati con il suicidio di alcuni adolescenti ed il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, non avvengano più”. La carovana toccherà moltissime città italiane e giungerà anche in Sicilia dove sosterà a Caltagirone, Gela ed Agrigento per poi arrivare a Castelvetrano venerdì prossimo, 8 aprile: in piazza Carlo D’Aragona gli agenti del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni Sicilia Occidentale di Palermo incontreranno, a partire dalle ore 10, studenti, genitori ed insegnanti di alcune scuole medie e superiori per affrontare i temi della sicurezza online, con un linguaggio semplice ma esplicito, adatto a tutte le fasce di età. Il camion appositamente allestito proseguirà, quindi, il suo itinerario alla volta di alcune città della Sardegna fino all’ultima tappa a Roma. Secondo una ricerca di Skuola.net, realizzata per la Polizia di Stato, su un campione di circa 4.000 studenti di scuole medie e superiori, 2 studenti su 3 affermano che le proprie competenze digitali provengono in tutto o quasi da esperienze di apprendimento extra scolastico. Solo l’8% degli intervistati attribuisce alla scuola un ruolo fondamentale nell’alfabetizzazione informatica. Il fenomeno più preoccupante è quello del cyberbullismo: circa 2 ragazzi su 3 ritengono che fenomeni di questo tipo siano in aumento. Infatti la metà di loro ha avuto esperienza diretta o indiretta di fenomeni di questo tipo. Per questo motivo 4 su 5 accoglierebbero con favore incontri con esperti per formare gli studenti all'uso dei social. Da questi dati si evince l’importanza delle attività di formazione e sensibilizzazione che, nell’anno passato, hanno coinvolto una buona fetta ma non la totalità degli studenti. I social network sono ormai diventati uno strumento di comunicazione del tutto integrato nella quotidianità dei teenager e la stessa Polizia di Stato, quotidianamente, interagisce con i cittadini attraverso le pagine Facebook dell’Agente Lisa e della Polizia di Stato e con il profilo Twitter istituzionale. L’intera campagna educativa e le iniziative ad essa connesse sono condivise, inoltre, sulla pagina Facebook “Una Vita Da Social” che, nel corso dell’ultimo anno, ha raggiunto 700.000 visualizzazioni settimanali sui temi della sicurezza online.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie