Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 12 Aprile 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Truffe ai danni degli anziani, i Carabinieri diffondono vademecum - Trapani Oggi

0 Commenti

5

1

2

1

2

Testo

Stampa

Attualità
Palermo

Truffe ai danni degli anziani, i Carabinieri diffondono vademecum

05 Aprile 2016 11:15, di Niki Mazara
Truffe ai danni degli anziani, i Carabinieri diffondono vademecum
Attualità
visite 375

Secondo una recente rilevazione statistica ci sarebbe una recrudescenza delle truffe ai danni degli anziani da parte di persone che si qualificano come carabinieri o appartenenti ad altre forze dell'ordine. Per questo motivo l'Arma dei Carabinieri ha diffuso, anche sul territorio provinciale trapanese, un vademecum con una serie di suggerimenti utile ai cittadini per evitare di cadere vittime di questo tipo di reati. Tra i suggerimenti c'è, in primo luogo, l'invito a contattare il 112 o la stazione Carabinieri più vicina quando si è in presenza di persone che si spacciano per appartenenti alle forze dell'ordine delle quali, però, non si è sicuri dell'identità. Possono essere uomini o donne e se, agiscono in borghese, generalmente vestono in maniera elegante, mentre se indossano delle uniformi queste presentano incompletezze o contraffazioni, con finti tesserini di riconoscimento e guanti. "Potrebbero conoscere il vostro nome e cognome - si legge nel vademecum - o fingere, con frasi semplici e brevi, di conoscere figli, mariti, mogli o altri parenti. Prima di decidere se aprire o meno la porta è opportuno capire bene il motivo della visita, controllare con cura il tesserino di riconoscimento, osservare per quanto possibile i particolari della divisa e degli accessori". Tra i trucchi utilizzati dai finti carabinieri o poliziotti per riuscire ad intrufolarsi nelle abitazioni c'è il pretesto di dover controllare che l'abitazione non sia stata visitata dai ladri, come accaduto in case vicine, o ricercare eventuali malfattori che si aggirerebbero nelle vicinanze o, ancora, quello di verificare le banconote tenute in casa o prelevate in banca. La miglior difesa contro i malintenzionati, dunque, è sempre una giusta dose di prudenza e diffidenza.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings