Trapani Oggi

L'onorevole Fazio scende in campo con Martorana - Trapani Oggi

Perugia |

L'onorevole Fazio scende in campo con Martorana

01 Giugno 2013 20:02, di Niki Mazzara
visite 604

“Il problema dell’acqua non si risolve con la diga Baiata e la diga Rubino, ma lo risolveremo presto, entro il prossimo settembre, con Montescuro Oves...

“Il problema dell’acqua non si risolve con la diga Baiata e la diga Rubino, ma lo risolveremo presto, entro il prossimo settembre, con Montescuro Ovest, attraverso la condotta in via di ultimazione che potrà fare arrivare a Paceco 280 litri al secondo di acqua buona, non certo di acqua con diossina come quella della diga Baiata”. Con questa prima precisazione, il sindaco Biagio Martorana ha aperto il proprio intervento ieri sera, nel corso della manifestazione tenuta in piazza Vittorio Emanuele, a Paceco, davanti ad alcune centinaia di elettori. Della questione idrica, successivamente, ha parlato anche il deputato regionale Mimmo Fazio, che ha ufficializzato il proprio sostegno alla ricandidatura di Martorana alla guida del Comune di Paceco. “Promettere una soluzione con l’acqua della dighe è una barzelletta – ha sottolineato l’ex sindaco di Trapani – perché occorrerebbero innanzitutto potabilizzatori e poi condotte di collegamento con tutto il territorio cittadino, con la necessità di ingenti risorse; invece, sotto la spinta di Biagio Martorana e degli altri sindaci dell’agro ericino, attraverso la Prefettura è stata ottenuta da Sicilacque la realizzazione della condotta che convoglierà l’acqua direttamente da Montescuro”. Sotto questo aspetto, l’onorevole Fazio ha anche ricordato come i Comuni, 12 anni fa, siano stati “espropriati di ogni competenza in ambito idrico, con l’istituzione del relativo Ato da parte della Regione, e soltanto di recente le competenze sono tornate ai Comuni”. Il sindaco Biagio Martorana si è soffermato su diversi altri argomenti che, nei giorni scorsi, sono stati oggetto di accuse nei confronti della propria amministrazione: “Non è vero, ad esempio, che il Comune paga 125 mila euro di affitti come sostiene un altro candidato – ha puntualizzato – perché negli ultimi anni abbiamo ridotto gli affitti di 70 mila euro; attualmente restano 80.500 euro di affitti ma, se ci darete fiducia, sappiamo come eliminarli”. Riguardo alla pulizia del territorio: “Questo paese ora è pulito, non è più come era cinque anni fa – ricorda – e se ci sono aree indefinite invase da rifiuti ingombranti, come mostrano alcuni spot elettorali, la responsabilità va ricercata tra quei cittadini che, a quanto sembra, non conoscono il numero di telefono dell’Aimeri (la società che gestisce lo smaltimento dei rifiuti nei comuni dell’Ato 1, ndr)”. Sul Museo Paleolitico: “Abbiamo realizzato il museo senza costi per il Comune – sottolinea – perché abbiamo messo a disposizione i locali, per ospitare i reperti che erano custoditi nella biblioteca comunale e a Torre di Ligny, mentre le teche, gli impianti di sorveglianza e quant’altro sono stati pagati dalla Banca. E non è vero che i bambini devono pagare un euro per entrare al museo”. Biagio Martorana ha poi ricordato il potenziamento dei servizi sanitari alla Condotta medica: “Con la collaborazione dell’Asp, all’ex Ospedaletto di Paceco ora si fanno visite di Cardiologia, Dermatologia, Diabetologia, Ginecologia, Ortopedia; inoltre, è attivo un consultorio familiare e, soprattutto, per il rilascio dell’esenzione dal ticket, i nostri anziani non devono più spostarsi a Trapani e fare file enormi”. “Potenzieremo ulteriormente i servizi per tutelare le fasce più deboli – anticipa il sindaco – ed anche nei servizi sociali, stiamo lavorando per l’attivazione di una casa-alloggio per anziani, ad integrazione del servizio di assistenza domiciliare già esistente: dopo vari contatti, abbiamo già ricevuto la disponibilità di alcune stanze del Piccolo Rifugio della Divina Provvidenza, affinché i nostri anziani abbiano un’adeguata assistenza”. Il sindaco ha accennato anche al Patto di stabilità, per anticipare che “l’allentamento dei vincoli imposti, permetterà al Comune di sbloccare finalmente oltre un milione di euro di fondi custoditi in banca, per avviare nuovi cantieri di lavoro”. Nel corso dell’intervento, inoltre, Martorana ha menzionato alcuni progetti portati avanti assieme ai Comuni dell’agro ericino, come “Jessica energia” che dovrebbe permettere di ridurre i costi energetici. In questo ambito, “abbiamo già calcolato le superfici necessarie all’attuazione del progetto – racconta il sindaco – e sono stati individuati anche gli edifici su cui realizzare gli impianti fotovoltaici”. “In questi cinque anni – conclude il sindaco di Paceco – abbiamo dimostrato di sapere ottenere finanziamenti per la realizzazione di progetti concreti, come i sei milioni di euro che abbiamo ricevuto per ristrutturare e completare la scuola Giovanni XXIII, l’ex cinema Roma, il campo sportivo e la pista di atletica (lavori già appaltati ed in itinere, ndr), e altri finanziamenti potremo farli arrivare nei prossimi anni”. “Il sindaco Martorana ha molte idee, ma non potevano essere realizzate tutte con la prima sindacatura – ha affermato a seguire l’onorevole Mimmo Fazio – perché la pubblica amministrazione ha sempre tempi lunghi. Biagio Martorana, da amministratore diligente, serio, preparato, vi chiede di avere ancora fiducia nei suoi confronti, affinché possa portare in esecuzione tutto quello che vuole fare per Paceco, perché ha portato avanti sempre gli interessi del territorio. E con la collettività serve serietà, non prese in giro”. In conclusione, Fazio ha evidenziato: “Quando si vota, si fa un investimento: se è un buon investimento si guadagna, ma se l’investimento è pessimo si perde anche il capitale”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie