Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 19 Gennaio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Morto il bimbo caduto in coma dopo aver battuto la testa - Trapani Oggi

0 Commenti

7

0

0

1

0

Testo

Stampa

Cronaca
Marsala

Morto il bimbo caduto in coma dopo aver battuto la testa

13 Aprile 2016 14:09, di Ornella Fulco
Morto il bimbo caduto in coma dopo aver battuto la testa
Cronaca
visite 478

Ha cessato di battere il cuore del piccolo Andrea Mistretta, il bimbo di tre anni finito in coma dopo avere battuto la testa mentre stava giocando nell'abitazione familiare domenica scorsa. Il piccolo era ricoverato all'ospedale "Villa Sofia" di Palermo per una grave emorragia cerebrale. Ieri sera erano stati centinaia i cittadini marsalesi che avevano partecipato alla veglia di preghiera svoltasi nella Chiesa Madre e officiata dall'arciprete Giuseppe Ponte. Il piccolo, dopo l'incidente domestico, era stato visitato dal pediatra che - secondo quanto avrebbero raccontato i genitori - nonostante gli fosse stato riferito che bambino aveva mal di testa e avesse vomitato più volte li aveva rassicurati e mandati a casa. Quando il bambino, dopo aver dormito qualche ora si è svegliato in preda alle convulsioni i genitori lo hanno portato al Pronto Soccorso dell'ospedale "Paolo Borsellino" dove le sue condizioni sono emerse in tutta la loro gravità. Sempre secondo il racconto dei familiari, anche lì si sarebbe perso tempo prezioso data l'indisponibilità dell'elicottero per trasferirlo a Palermo. Il bimbo, infatti, è stato trasferito a "Villa Sofia" in ambulanza. I sanitari del nosocomio palermitano hanno effettuato un intervento di urgenza per arginare l'emorragia ma l'attività cerebrale del piccolo era gravemente compromessa. Domenica si era anche diffusa la notizia del suo decesso. Lunedì qualche piccolo segnale di miglioramento, oggi il decesso. Sulla vicenda - sulla quale pesa l'ombra della malasanità, è intervenuto, tra gli altri, anche il senatore Vincenzo Maurizio Santangelo che ha fatto sapere di aver presentato un'interrogazione al Ministro della Salute Lorenzin. Per l'esponente del M5S, nel caso del piccolo Andrea Mistretta, "sicuramente bisognava avere più attenzione sin dal primo momento e non si doveva aspettare ore prima di portalo al Pronto Soccorso, trattandosi appunto di un bambino, dopo l'urto violento della testa per terra. In generale, è assurdo dover stare a raccontare di ritardi e di disservizi all'ospedale "Paolo Borsellino" di Marsala, come segnalato da più cittadini. Mi aspetto - conclude Santangelo - che il ministro Lorenzin si attivi per intraprendere iniziative di competenza, al fine di rassicurare la cittadinanza marsalese, affinché vengano garantiti i protocolli sanitari e i servizi essenziali previsti nell'unità di pronto soccorso e per evitare ulteriori casi di malasanità non solo a Marsala ma anche in altri ospedali italiani." Anche l'associazione di tutela dei cittadini CO.DI.CI. - con una nota dei legali Manfredi Zammataro e Vincenzo Maltese - l'intenzione di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Marsala e - nel caso di eventuali responsabilità - la costituzione di parte civile accanto ai genitori e ai parenti del piccolo.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings