Trapani Oggi

Ruba in casa di un parente, chiama i carabinieri e dice che sono altri gli autori - Trapani Oggi

Castelvetrano | Cronaca

Ruba in casa di un parente, chiama i carabinieri e dice che sono altri gli autori

12 Gennaio 2021 13:40, di Redazione
visite 965

Incastrato dalla videosorveglianza

Un 30enne di Castelvetrano è stato arrestato perchè accusato di furto in una abitazione di Marinella di Selinunte. Sono stati i Carabinieri a dare esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Marsala a seguito del decreto di sospensione della misura alternativa dell’affidamento al servizio sociale dell’Ufficio di Sorveglianza di Trapani a carico di un trentenne di Castelvetrano M.A. che giovedì scorso si era reso responsabile di un furto in un’abitazione di Marinella di Selinunte.

Il giovane, assieme ad un complice, ha inscenato un furto a casa di un parente, dove all’arrivo dei Carabinieri, da loro stessi chiamati, risultavano essere stati trafugati anche un fucile sovrapposto ed una pistola. Dopo il sopralluogo eseguito dai militari dell’Arma, la versione esposta dai due è risultata poco convincente dopo una serrata indagine con la visione di impianti di videosorveglianza della zona questa ha portato all’individuazione degli autori del furto proprio in M.A. e del complice denunciati dai Carabinieri all'Autorità Giudiziaria.
Lo stesso M.A., il giorno di capodanno, era già stato denunciato dai Carabinieri di Castelvetrano per uno scippo ad una signora e una tentata rapina ai danni di un’altra donna.
L’A.G., sabato scorso, concordando con le risultanze investigative raccolte dai Carabinieri e sulla necessità di limitare la libertà personale del giovane, che vanta altri precedenti penali di spessore, era stato ammesso all’affidamento al servizio sociale, ha disposto la sospensione della misura alternativa e la sua carcerazione.

© Riproduzione riservata

Tag furto
Ti potrebbero interessare
Altre Notizie