Trapani Oggi

Strisce blu, la replica del sindaco Spezia - Trapani Oggi

Valderice | Politica

Strisce blu, la replica del sindaco Spezia

11 Agosto 2014 13:12, di Niki Mazzara
visite 845

"La minoranza tenta maldestramente di ingenerare nell'opinione pubblica una visione distorta dei fatti". Così esordisce il comunicato stampa diffuso d...

"La minoranza tenta maldestramente di ingenerare nell'opinione pubblica una visione distorta dei fatti". Così esordisce il comunicato stampa diffuso dal sindaco di Valderice, Mino Spezia, in merito alla polemica sollevata dai consiglieri dei "Popolari per Valderice" e di "Uniti per il Futuro" sull'istituzione degli stalli a pagamento in centro città, Bonagia, Lido Valderice e rio Forgia. lo pubblichiamo integralmente. "Non intendiamo prestare attenzione a chi non la merita, ma dinanzi alle affermazioni prive di fondamento è necessario fare emergere le ragioni di una scelta e la realtà dei fatti. Non cadremo nel tranello della polemica sterile dove ci vogliono trascinare. Non ci faremo tuttavia intimidire dalla loro violenza verbale che ne fa risaltare la debolezza di pensiero e proseguiremo nell’opera di cambiamento di questo paese. Non ci fermeranno! Non accetteremo mai di lasciare le cose per come le abbiamo trovate. Intendiamo migliorare le condizioni di vita dei valdericini facendoli uscire dal buio dove li hanno portati i personaggi, oggi per fortuna minoranza, che sono stati protagonisti attivi del periodo più buio che Valderice possa ricordare. Abbiamo deciso l’istituzione dei parcheggi a pagamento lungo l’asse viario principale della Via Vespri e nelle altre aree ad alta densità di traffico per assicurare prioritariamente un'adeguata accoglienza per gli automezzi e garantire ordine e civiltà nelle strade, per garantire la razionalizzazione del movimento e del traffico degli automezzi, per applicare principi di equità nella fruizione degli spazi pubblici. In poche parole vogliamo rendere Valderice una città europea anche attraverso l’adozione di questa misura. A nessuno può sfuggire che lo spazio stradale urbano sia un bene da tutelare in cui,soprattutto di giorno, la domanda di parcheggio supera l’offerta, innescando la congestione del traffico e che, pertanto, è necessario garantire uno spazio urbano più vivibile e godibile". "A nessuno può sfuggire - prosegue il sindaco - che la sosta sia un elemento fortemente condizionante della circolazione urbana e la sua regolazione è determinante per garantire migliori condizioni di traffico e una più alta qualità degli spazi urbani. E' sotto gli occhi di tutti che nel nostro tessuto urbano, sia del centro sia della fascia costiera i provvedimenti di regolamentazione della sosta attualmente vigenti non si sono rilevati nel tempo efficaci e che, pertanto, andavano adottate nuove misure di disciplina del traffico urbano peraltro già presenti con evidenti benefici nei comuni vicinori amministrati da parte politiche opposte. Non se ne sono occupati i personaggi dell'attuale minoranza quando erano al governo della città, ce ne occupiamo noi senza timore ma con la consapevolezza che amministrare con responsabilità significa anche fare scelte importanti e lungimiranti che tutelano gli interessi della collettività, i cui benefici possibilmente si manifesteranno non nell'immediato ma nel tempo". "Per quanto attiene l'iter procedurale seguito -spiega Spezia - corre l'obbligo di sottolineare che quanto affermato dagli esponenti della minoranza è destituito di fondamento poichè: 1 - il Consiglio Comunale ha impegnato ben tre sedute per trattare l'ordine del giorno relativo all'istituzione dei parcheggi a pagamento e in quella sede la minoranza avrebbe potuto avanzare le proprie proposte migliorative ma non lo ha mai fatto; 2 - esponenti della minoranza erano d’accordo all’istituzione dei parcheggi a pagamento pur chiedendo qualche rettifica. 3 - in ogni caso chi era contrario non ha mai manifestato questa sua posizione poiché ha preferito uscire dall’aula al momento del voto, venendo meno al compito che gli hanno dato i cittadini-elettori e denotando ciò scarso rispetto delle funzioni pubbliche dagli stessi esercitati. 4 - un emendamento del PD è stato accolto per sottolineare l'applicazione della c.d. tolleranza dei 15 minuti che in ogni caso va inserita nel contratto di servizio e non in una delibera poiché non trattasi di norma codificata; 5 - la maggioranza consiliare - dato che la minoranza ha scelto di non partecipare al consiglio comunale al momento del voto - ha approvato un atto di indirizzo con il quale si forniscono ulteriori suggerimenti ed indicazioni all'A.C. anche in merito alle agevolazioni per i residenti".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie