Trapani Oggi

Trapani. Fratelli d'Italia, Ritondo: "Al Mercato Ittico si è concluso l'ultimo atto" - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Trapani. Fratelli d'Italia, Ritondo: "Al Mercato Ittico si è concluso l'ultimo atto"

03 Gennaio 2024 15:29, di Redazione
visite 2005

I consiglieri di FdI chiederanno un confronto in aula

E' polemica sulla chiusra del Mercato ittico all'ingrosso a Trapani. Sulla vicenda interviene con una nota Michele Ritondo, dirigente di Fratelli d'Italia, sostenuto dei consiglieri comunali di Fratelli d'Italia, interviene sulla faccenda Mercato Ittico di Trapani.

"Dal 2 gennaio il mercato ittico di Trapani è chiuso per decisione dell'amministrazione comunale. - dichiara Michele Ritondo, dirigente di Fratelli d'Italia - L’apertura della struttura, nel 2021, la definimmo una 'Farsa Tranchidiana', l'ultimo atto si è compiuto.Dopo aver speso migliaia di euro di fondi pubblici ed aver illuso gli operatori con promesse di stabilità ai fini meramente elettorali è purtroppo accaduto ciò che avevamo previsto: situazione precaria e totale fallimento. La vicenda del mercato ittico di Trapani è un fallimento amministrativo, politico ed anche sociale.
Gli operatori da oggi che faranno? Ci sarà un vero confronto con l’amministrazione? La città di Trapani non ha più un mercato del pesce, non è uno scherzo!" E poi Ritondo prosegue.
"Denunciammo già allora l’enorme rischio di spesa “inutile” e così è stato. - aggiunge il dirigente di FDI - La citta di Trapani ha perso anche la presidenza del Flag a causa di questa vicenda. Si è proseguito per due anni con un percorso dato per fallito sul nascere e definito momentaneo nella stessa ordinanza targata Tranchida. Per due anni non si è pensato ad un’alternativa valida o ad un progetto con una visione concreta del futuro per il settore. Quella struttura potrebbe diventare cruciale per il settore e davvero può essere attrattiva per giovani in cerca di un lavoro, si faticoso, ma che possa anche essere gratificante e remunerativo. Qulla di sprecare due anni preziosi e migliaia di euro è stata una scelta voluta dell'amministrazione".
"Le chiacchiere fatte in questi due anni dal sindaco - conclude Michele Ritondo - e da tutti gli assessori che si sono avvicendati nella gestione della faccenda, hanno solo riempito di parole comunicati blandi e provvedimenti inconcludenti. Con i consiglieri di Fratelli d'Italia chiederanno il confronto in aula, dopo esserci confrontati in modo serio con gli operatori del settore".

La cronaca

Il mercato ittico era stato trasferito al si trasferito al chiuso presso il ristrutturato immobile comunale di via Cristoforo Colombo, a novembre 2021. La tensostruttura dov'era stato ospitato, non era più adeguata alle esigenze dello stesso mercato all'ingrosso. Tra l'altro attorno ad essa si era registrato un crescente abbandono di rifiuti, così il sindaco Tranchida con propria ordinanza ne aveva disposto il trasferimento.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie