Trapani Oggi

A Palermo il 75° convegno nazionale su: "Autonomia differenziata: dalle parole ai fatti" - Trapani Oggi

Palermo | Attualità

A Palermo il 75° convegno nazionale su: "Autonomia differenziata: dalle parole ai fatti"

01 Maggio 2023 10:32, di Redazione
visite 619

Si terrà sabato 27 maggio, dalle 9 presso la sala Mattarella dell’Ars

Di Giusy Ciavirella - “Ande è un mondo piccolo ma prezioso: un gineceo aperto al dibattito, pronto a cogliere la sintesi tra le anime più diverse della società nell’interesse della gente. Lavoriamo sul territorio con l’obiettivo di sensibilizzare la gente alla partecipazione politica. Negli anni abbiamo sostenuto diverse iniziative tra cui: le manifestazioni a sostegno del riequilibrio di genere, gli incontri coi sindaci e presidenti della Regione candidati nelle tornate elettorali, il progetto “Ande per la Scuola”. E ancora: l’istituzione di una Targa A.N.D.E. da consegnare annualmente a donne che si distinguono nel loro campo”.

A raccontare del lavoro svolto dall’Ande, è Marianna Amato, palermitana, 53 anni, un figlio e un marito avvocato, che insegna italiano e latino al liceo di scienze umane Danilo Dolci e che da due anni è al vertice della sezione palermitana dell’associazione.

Ande ha infatti un respiro nazionale e vanta più di 70 anni d’impegno civile, di storia e di battaglie per l’elettorato. Si tratta di un’associazione nata nel 1946 dall’intuizione di Carlotta Garabelli Orlando, figlia di Vittorio Emanuele Orlando, sulla falsa riga dell’americana League of Women Voters e con una visione femminile e plurale dei problemi.

E proprio per discutere di un tema caldo dell’agenda politica nazionale, un tema che coinvolge
principalmente le regioni del sud, l’Ande ha scelto proprio Palermo per il 75° convegno nazionale dal tema "Autonomia differenziata: dalle parole ai fatti" che si svolgerà sabato 27 maggio, dalle ore 9:00, presso la sala Mattarella dell’Assemblea regionale siciliana e a cui parteciperanno un centinaio di donne provenienti da tutta Italia.

Al convegno parteciperanno esponenti di spicco della politica e delle istituzioni tra cui Pier Ferdinando Casini, Presidente dell'Unione Interparlamentare Italiana, Renato Schifani, Presidente della Regione Siciliana, Roberto Lagalla, sindaco di Palermo. L’organizzazione prevede una tavola rotonda cui prenderanno parte studiosi ed esperti dell’autonomia differenziata che illustreranno le ricadute sul territorio della nuova autonomia targata Calderoli.

Tra gli invitati: il professore Guido Corso, emerito di diritto amministrativo università di Roma Tre, il professore Alessandro Morelli, ordinario di diritto pubblico università degli studi di Messina e direttore della rivista "Diritti regionali" e il professore Giuseppe Verde, ordinario di Diritto Costituzionale università degli studi di Palermo e componente del CLEP (Comitato per l’individuazione dei livelli essenziali delle prestazioni) istituito con Decreto del Presidente del Consiglio del 23 marzo 2023. A moderare il dibattito ci saranno due giornalisti: Cecilia Primerano, caposervizio redazione politica del TG1 RAI e Claudio Reale del TGR Sicilia.

“Il nostro obiettivo - spiega - Marianna Amato – è mettere la Sicilia al centro di questa discussione
sull’autonomia differenziata, proprio in virtù del suo statuto speciale e cercare di capire quali saranno le ricadute sul nostro territorio. Ci serve comprendere e per farlo è necessario mettere a confronto più voci a prescindere dagli schieramenti politici. La scuola, la sanità, l’economia sono tutti settori strategici sui quali una riforma di tale portata potrebbe avere un impatto radicale. il nostro auspicio è che si vada nella direzione di un miglioramento dei servizi e delle competenze dei cittadini. Noi vogliamo capire cosa succederà domani e al termine del convegno stileremo un documento con dei punti strategici e difesa dei diritti dei cittadini che sarà presentato al Parlamento nazionale per tutelare e difendere i territori del Sud che temono maggiormente l’autonomia differenziata”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie