Trapani Oggi

Appaltati i lavori per la ristrutturazione del bacino galleggiante del Cantiere Navale - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Appaltati i lavori per la ristrutturazione del bacino galleggiante del Cantiere Navale

14 Luglio 2014 13:02, di Niki Mazzara
visite 642

Un passo avanti è stato compiuto con l’appalto dei lavori per la ristrutturazione del bacino galleggiante del Cantiere Navale di Trapani, ma niente se...

Un passo avanti è stato compiuto con l’appalto dei lavori per la ristrutturazione del bacino galleggiante del Cantiere Navale di Trapani, ma niente sembra muoversi. La denuncia è del segretario generale della Cgil di Trapani Filippo Cutrona: “Purtroppo, alle legittime e condivise prese di posizione a difesa dell'autonomia gestionale del porto di Trapani non corrisponde lo stesso interesse per il settore della cantieristica”. Lo stesso Cutrona denuncia “il disinteresse di una parte delle Istituzioni, della politica e delle forze economiche nei confronti di un importante settore produttivo che rappresenta il volano per lo sviluppo del porto e un'importante realtà occupazionale. “In questi anni - continua Cutrona - nella vertenza del Cnt la Prefettura ha svolto un determinante ruolo a sostegno delle azioni sindacali e dei lavoratori. Stesso interesse non è stato mostrato da altre Istituzioni, con in testa il Comune di Trapani, e dalle forze politiche ed economiche che oggi, al di la delle competenze, continuano a esprimere, attraverso il silenzio, indifferenza e poca sensibilità per il Cantiere navale che, dopo il sequestro e il fallimento, continua a essere inattivo colpendo duramente il settore della cantieristica e il suo indotto”. Per il segretario generale della Cgil “in gioco non c'è soltanto il rilancio del Cantiere navale ma il futuro occupazionale dei 42 operai, licenziati dopo il fallimento dell'azienda e per i quali il sindacato chiede la riassunzione”. Intanto, in attesa che il ministero delle Infrastrutture renda noto il nome dell'azienda che si è aggiudicata la gara di appalto per l'affidamento della concessione demaniale marittima, la Regione Siciliana ha affidato all'impresa “Metalmeccanica Agrigentina srl”, vincitrice della gara, la ristrutturazione del bacino galleggiante, per un importo di 4.755.943,46 di euro. Con la ristrutturazione del bacino, i cui lavori inizieranno a breve e avranno la durata di un anno, si riavviano, dunque, le attività all'interno del Cantiere navale di Trapani. “Se il bacino galleggiante sarà ristrutturato - ha detto Cutrona - è grazie all'impegno dei sindacati che negli anni hanno svolto un'incessante azione volta a sollecitare la Regione a stanziare il finanziamento. La ripresa delle attività - ha concluso - deve rappresentare, però, un'opportunità di lavoro per le maestranze del Cnt, in attesa che venga affidata la concessione demaniale marittima”. I segretari della Fiom Cgil di Trapani e regionale hanno chiesto un incontro all'assessore delle Attività produttive Linda Vancheri per chiedere la temporanea assunzione dei lavoratori da parte dell'azienda che ristrutturerà il bacino galleggiante.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie