Trapani Oggi

Da ottobre al via i lavori del nuovo centro comunale di raccolta di Trapani - Trapani Oggi

Politica

Da ottobre al via i lavori del nuovo centro comunale di raccolta di Trapani

30 Agosto 2023 14:55, di Redazione
visite 2604

Il nuovo centro sarà allocato nella zona industriale

La città di Trapani avrà un nuovo centro comunale di raccolta. Il nuovo sarà costruito nella zona industriale del capoluogo. Finalmente il lungomare Dante Alighieri sarà liberato da questa isola ecologica che per nulla ha a che fare con uno spazio come quello attuale.

La Giunta Tranchida ha approvato il provvedimento relativo al CCR, ovvero centro comunale di raccolta, che si trova presso il Lungomare Dante Alighieri, che investe complessivamente sia la sfera relativa ai conferimenti con sgravio sia gli imminenti lavori volti alla realizzazione della nuova isola ecologica nella zona industriale per la quale, nell'ambito del P.O. F.E.S.R. Sicilia 2014-2020 avviso azione 6.1.2. Il Comune di Trapani ha ottenuto un finanziamento di quasi 1,8 milioni di Euro da parte della Regione Siciliana. Il cronoprogramma, prevede l'avvio dei lavori già dal prossimo mese di ottobre, che comporteranno il graduale trasferimento delle strumentazioni dall'attuale postazione verso la nuova e più idonea area individuata in periferia.

Per preservare il finanziamento e mettere fine allo scempio dell'isola ecologica costruita davanti il mare, nel periodo concomitante con i lavori necessita giocoforza limitare l'accesso dell'utenza per rispettare le tempistiche stabilite.

Presso l'attuale CCR, sarà possibile conferire plastica, carta, cartone, vetro e lattine fino al 30 settembre. Medesimo provvedimento riguarda anche i CCR mobili, le cui strumentazioni da riallocare presso le nuove strutture saranno presenti sul territorio anch'esse fino alla medesima data. Rimane confermata, la possibilità di conferire come di consueto i restanti diversi rifiuti (ingombranti, elettrodomestici, etc..). Le consuete riduzioni previste ormai da diversi anni, saranno applicate proporzionalmente alle quantità conferite e, quindi, al maturato che non sia inferiore al 50% dell’agevolazione massima consentita per nucleo familiare.

Da tale forzata sospensione, nasceranno ulteriori economie che saranno reimpiegate nel potenziamento della scerbatura e per far fronte a eventuali maggiori oneri del servizio.

“L'imminente inizio dei lavori per la realizzazione del nuovo Centro Comunale di Raccolta presso la zona industriale comporta, queste modifiche imprescindibili per non perdere il finanziamento di quasi 2 milioni di Euro e, al contempo, liberare la litoranea dall'inopportuna allocazione dell'isola ecologica a pochi passi dal mare - dichiarano il Sindaco Tranchida e gli Assessori Mazzeo e Barbara -. Lo stop agli sgravi derivante dal trasloco delle strumentazioni, che viene comunque compensato dal riconoscimento proporzionale all'utente di quanto conferito fino al 30 settembre, è conseguenza naturale dei lavori che coinvolgeranno la struttura unitamente ai CCR mobili. Il provvedimento - concludono Tranchida, Barbara e Mazzeo - passa ora al vaglio di Palazzo Cavarretta per la ratifica finale che la maggioranza di governo, compattamente, non farà di certo mancare”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie