Trapani Oggi

Visitare la Sicilia in auto: le mete imperdibili - Trapani Oggi

Visitare la Sicilia in auto: le mete imperdibili

26 Agosto 2023 12:40, di Eros Santoni
visite 1492

La Sicilia, affascinante isola nel Mar Mediterraneo, offre ai visitatori una vasta gamma di città affascinanti e un patrimonio culturale piuttosto ricco. Tuttavia, la vastità della sua offerta turistica può rendere difficile la scelta della meta ideale in cui trascorrere le vacanze. Una soluzione pratica potrebbe essere un tour in auto attraverso i luoghi più suggestivi della regione.

Come raggiungere la Sicilia? Per raggiungere la Sicilia in auto, è necessario prendere il traghetto, così da poter imbarcare il proprio mezzo di trasporto. È possibile partire da alcuni dei principali porti italiani, tra cui Genova, Napoli e Civitavecchia. Nella maggior parte dei casi i collegamenti per raggiungere quest’isola via mare vedono come destinazione il porto di Palermo o quello di Termini Imerese. Sbarcare a Palermo è la scelta migliore per raggiungere la maggior parte delle città comodamente con la propria vettura. Pertanto, se hai intenzione di visitare la Sicilia e vuoi avere maggiori dettagli sugli orari delle tratte e sui relativi costi, confronta le disponibilità e le tariffe dei traghetti GNV per la Sicilia in modo da poter organizzare il viaggio in tutta tranquillità.

Palermo e Mondello La prima città da visitare sbarcando in Sicilia è per l’appunto Palermo. Qui è possibile visitare diversi monumenti, tra cui il Palazzo Reale e la Cappella Palatina, risalente al 1130. Interessanti anche le diverse cattedrali, con impronte arabe, gotiche, barocche, ecc., e la rinomata piazza Villena (Quattro Canti) caratterizzata da una fontana a più livelli con diverse rappresentazioni. Il giorno seguente è possibile raggiungere la famosa spiaggia di Mondello, a pochi km del centro cittadino, per trascorrere una giornata di relax nuotando nel mare cristallino.

Trapani ed Isole Egadi L’itinerario prosegue a Trapani, una delle città siciliane più interessanti da visitare durante la stagione estiva, e non solo. Infatti, essa racchiude tutti i ricordi delle dominazioni che si sono susseguite sul territorio, offrendo ai turisti delle attrazioni interessanti da visitare: resti di templi, di palazzi ed espressioni di architettura religiosa, come la Chiesa del Purgatorio. Inoltre, permette di immergersi nella natura, visitando spiagge dal mare turchese, la via del sale e tante altre riserve naturali che conquistano ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni dove. A 7 km dalla città è possibile poi visitare le isole Egadi (Favignana, Levanzo, Marettimo e alcuni piccoli isolotti nelle vicinanze), un vero e proprio paradiso naturalistico, apprezzato principalmente dagli amanti delle escursioni

Marsala L’itinerario può concludersi a Marsala, a 25 km da Trapani. È possibile raggiungere questa città attraversando la già citata via del sale, e qui bisogna visitare assolutamente la Riserva Naturale Isole dello Stagnone”, con le sue saline e il mulino a vento. Marsala viene considerata la “capitale del gusto” della regione, grazie alle diverse specialità enogastronomiche che offre: l’omonimo vino è conosciuto in tutta Italia. Dopo una degustazione presso le cantine più famose della zona, è possibile visitare alcuni dei musei presenti, come quello garibaldino, dedicato allo sbarco dei Mille proprio a Marsala.
 

© Riproduzione riservata

De Luca
Ti potrebbero interessare
Altre Notizie