Trapani Oggi

Egadi. Procura e Finanza indagano sugli investimenti di un imprenditore - Trapani Oggi

Cronaca

Egadi. Procura e Finanza indagano sugli investimenti di un imprenditore

16 Dicembre 2021 07:25, di Redazione
visite 3987

Le ipotesi: autoriciclaggio, il blitz in queste ore

Favignana. Perquisizioni e sequestri, un blitz della Guardia di Finanza sull’isola di Favignana. Sotto inchiesta – così come riporta il sito alqamah.it – a finire sotto inchiesta un super manager del mondo del mare, Fabio Tagliavia, 57 anni, palermitano di origine ma ufficialmente residente a Singapore da dove muove tutti i suoi affari da un po’ di anni. Nel suo curriculum anche quello di essere stato manager di gruppi navali del settore crocieristico e trasporto commerciale.

Contro  di lui l’ipotesi di reato è quella di autoriciclaggio Consistente l’importo, oltre 6 milioni di euro. A coordinare l’indagine delle Fiamme Gialle è la Procura di Trapani che assieme alle perquisizioni ha ordinato il sequestro di quei beni posseduti dal Tagliavia a Favignana , le proprietà acquistate o realizzate con maxi bonifici che arrivavano dalla sede di Singapore della società di Tagliavia sui suoi conti intrattenuti in Italia.T

Tagliavia ha fatto parlare di se sull’isola delle Egadi, per via di tutta una serie di investimenti , acquisti, creazioni di locali parecchio alla moda, alberghi e resort. Immobili storici come quello della “Camparia’, la struttura che veniva usata dai tonnaroti, ha ripreso nuova vita. Tanto da meritare le migliori recensioni sulle riviste patinate internazionali. Ma secondo i finanzieri dietro il bello delle cose si nasconderebbe una operazione criminale, pesante il reato contestato, Tagliavia è finito iscritto nel registro degli indagati perché sospettato che per i suoi investimenti abbia usato denari di provenienza illecita.

L’indagine va avanti da qualche tempo, era rimasta sotto traccia fino a ieri quando i finanzieri sono sbarcati a Favignana. Tempo addietro Alqamah aveva sollevato il caso di questi investimenti di Tagliavia a Favignana. Acquisti che venivano perfezionati in poche ore, prelazioni che non venivano nemmeno rispettate perché dall’altra parte c’era chi faceva vedere soldi subito e facili. Adesso l’inchiesta e Favignana che di colpo si ritrova a cadere nella cronaca giudiziaria, dapprima per una indagine di mafia, poi per la mala politica adesso per affari poco puliti.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie