Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 28 Settembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Gino Pozzo: il calcio passa in secondo piano ed il Vicarage Road Stadium diventa struttura del Sistema Sanitario Nazionale inglese - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Gino Pozzo: il calcio passa in secondo piano ed il Vicarage Road Stadium diventa struttura del Sistema Sanitario Nazionale inglese

13 Maggio 2020 16:13, di staff
Foto Wikipedia
visite 1148

Gino Pozzo: il calcio passa in secondo piano ed il Vicarage Road Stadium diventa struttura del Sistema Sanitario Nazionale inglese Nonostante il calcio sia diventato a volte essenziale nella vita delle persone, di solito non pensiamo alle squadre di calcio come parti in causa attive nell'affrontare periodi di gravi minacce. Ma al Vicarage Road Stadium del Watford FC, si è passati dalla consuetudine operativa calcistica alla fornitura e al mantenimento di una struttura di assistenza, a fruizione del SSN, per salvare vere vite umane.Gino Pozzo, una figura amata nel calcio inglese grazie alla sua impressionante leadership del Watford FC, da lui acquistato nel 2012, ha sfruttato l'opportunità per diventare un eroe locale ancora più apprezzato, trasformando il Vicarage Road Stadium degli Hornets in una struttura a disposizione del Sistema Sanitario Inglese, per aiutare la lotta contro la pandemia di coronavirus.
Vicarage Road si trova proprio accanto al Watford General Hospital, il che lo rende una struttura ideale per l'utilizzo da parte dell'ospedale per i servizi di assistenza. Questo ha portato Pozzo e l'amministratore delegato e presidente del club, Scott Duxbury, a prendere la decisione di "fare tutto il possibile" per supportare il Watford General Hospital e il SSN durante questo periodo di crisi.
All'arrivo della pandemia, Vicarage Road è stato immediatamente adattato per l'emergenza locale, cercando di ovviare alle crescenti necessità di risorse locali per servire la comunità di Watford. A partire dal 25 marzo, il club ha consegnato il suo stadio e tutte le sue strutture ausiliarie al SSN per l'utilizzo esclusivo da parte dell'NH Hertfordshire Hospitals NHS Trust (WHHT), come struttura di assistenza per il Watford General Hospital durante la crisi.
Parlando a nome di Pozzo e del club, Duxbury è salito alla ribalta delle news internazionali, affermando enfaticamente: "Dobbiamo dimenticare il calcio in questo momento, e concentrarci sul fare tutto il possibile per sostenere il SSN e, in particolare, il Watford General Hospital.” 
Pozzo afferma che da Vicarage Road è possibile accedere facilmente all'ospedale, in particolare dalla tribuna Graham Taylor dello stadio. Viste le circostanze, è stato immediatamente deciso che il club avrebbe dovuto "agire di conseguenza", dopo che il personale senior del SSN e la direzione amministrativa del club ebbero concordato sui requisiti precisi alla fine di marzo.
Laddove gli allenamenti calcistici e le partite strategiche erano state al centro delle operazioni quotidiane, ora si svolgono corsi di induzione salvavita per il personale del SSN, e lo stadio ospita adesso incontri importanti degli operatori sanitari, depositi di forniture mediche essenziali e strutture di assistenza all'infanzia a supporto degli operatori sanitari, poiché l'epidemia di coronavirus continua a mettere a dura prova il sistema sanitario nazionale e globale.
Christine Allen, amministratore delegato del West Herts Hospitals NHS Trust, ha espresso la sincera gratitudine del Trust al Watford, per la sua generosità e visione.
“In questo momento stiamo facendo tutto il possibile per poterci concentrare senza distrazioni sulla cura dei nostri pazienti più malati", ha spiegato Allen. “Ci siamo trovati molto rapidamente a dover cercare ulteriori spazi. Ad esempio per l'organizzazione dei corsi di aggiornamento per il nostro personale clinico, per aiutarli a prendersi cura dei pazienti con difficoltà respiratorie... Necessitiamo inoltre di più spazio per attenerci alle importanti indicazioni sul distanziamento sociale, durante le sessioni di induzione del nostro personale, e per gli incontri importanti in cui i nostri team direttivi devono sedersi attorno a un tavolo.”
La Allen ribadisce: "L'aiuto del club calcistico ci sta aiutando a gestire la nostra organizzazione in modo sicuro, e siamo molto grati per il loro supporto in questo momento difficile.”
“La nostra vicinanza come squadra di calcio "della porta accanto" a un ospedale ci mette in un'ottima posizione per offrire aiuto, e desideriamo fare assolutamente tutto il possibile per aiutare il personale del SSN e le loro famiglie", ha commentato Duxbury, aggiungendo: "Il messaggio del governo del Regno Unito parlava di fare 'tutto quello che serve'. Allo stesso modo, faremo "tutto quello che serve" anche qui a Vicarage Road, per offrire il nostro massimo aiuto al Servizio Sanitario Nazionale e alle sue persone, in un momento in cui è chiaramente più necessario.”
Nel frattempo, il Watford FC vuole mantenere aperte le linee di comunicazione con i suoi tifosi e supporter durante la crisi pandemica, anche se le attività della Premier League continuano a essere sospese.
Sebbene il club continui a rispettare e aderire ai più recenti consigli del governo britannico in materia di distanze sociali, la biglietteria del Watford FC e l'Hornets Shop continueranno a essere disponibili per i tifosi, pur presidiati da uno staff minimo. La reception principale del club rimarrà aperta, col personale remoto a indirizzare le chiamate e le e-mail, mentre il normale servizio di persona rimane temporaneamente non disponibile. Ma il massimo livello di coinvolgimento tra i sostenitori del Watford e i loro amati Hornet è reso possibile dalle piattaforme social del club, nel quale si svolgono continuamente vivaci scambi e iniziative.
Quando Gino Pozzo, fan da tutta la vita del calcio inglese e della Premier League, ha acquistato il Watford FC nel 2012, il club era paralizzato da un pesante debito, e stazionava in rovina nella Quarta Divisione da decenni, dopo il periodo d'oro tra la fine degli anni '70 e la metà degli anni '80. Nei suoi primi quattro anni a Watford, Pozzo ha riportato in alto il club, sollevandolo dalla orrenda situazione in cui versava e portandolo alla ribalta della Premier League, e durante la stagione 2019, il club ha persino giocato la NFA Cup Championship.
Quando Pozzo acquistò il club disse alla stampa che lui e la sua famiglia, proprietaria anche dell'Udinese Calcio FC, avevano in programma di concentrarsi sul Watford come progetto calcistico primario. "Crediamo davvero che Watford sarà il nostro miglior progetto per il futuro a lungo termine, viste le grandi potenzialità del calcio inglese.”
Oggi Pozzo ha dimostrato il suo impegno per la sua nuova casa e comunità a Watford, cedendo lo stadio Hornar Vicarage Road per offrire assistenza salvavita ai residenti di Watford e agli operatori sanitari del SSN, che li proteggono e se ne prendono cura.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings