Trapani Oggi

Ha lasciato il Palazzo di Giustizia il detenuto Francesco Adragna - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Ha lasciato il Palazzo di Giustizia il detenuto Francesco Adragna

12 Maggio 2023 20:17, di Laura Spanò
visite 6100

Le immagini della videosorveglianza non lasciano dubbi

AGGIORNAMENTO - Ancora nessuna notizia del detenuto fuggito via stamane dal Palazzo di Giustizia. Il centro storico nelle zone limitrofe al Palazzo di Giustizia di Trapani resta stretto d'assedio con agenti della polizia Penitenziaria, Carabinieri e della Polizia di Stato, che da ore setacciano ogni punto, ogni vicolo, cercando dentro ogni palazzina dell'area del Tribunale. Ma i controlli sono estesi anche in diversi altri punti della città, nei rioni popolari, fino a Bonagia dove abitano i familiari del ricercato.  Stamane doveva comparire come imputato davanti al giudice monocratico del Tribunale di Trapani. Imputato di violazione degli obblighi della sorveglianza speciale.

AGGIORNAMENTO  - Nelle ricerche del detenuto evaso, questa mattina, dal Palazzo di giustizia di Trapani sono impegnati anche gli agenti di polizia penitenziaria del Nucleo regionale arrivati da Palermo. Frattanto, sono stati controllati alcuni edifici circostanti e sono state anche acquisite le immagini delle telecamere di abitazioni ed esercizi commerciali. Francesco Adragna di 35 anni, recluso nelle carceri di Agrigento era a Trapani perché imputato in un processo per furto. In passato era recluso al Pietro Cerulli da dove però è stato trasferito per problemi avuti con altri detenuti

E' riuscito a lasciare indisturbato il Palazzo di Giustizia Francesco Adragna il detenuto che dopo avere eluso  fuggito questa mattina, mentre si trovava in attesa di un'udienza, dal Palazzo di Giustizia di Trapani. Nonostante fosse menomato ad un braccio, con grande agilità ha scavalcato la recinzione. Ha attraversato la via XXX Gennaio, passando dall'ex bar all' angolo con corso Italia. Poi è sparito. Dalle immagini della videosorveglianza del Palazzo di Giustizia è visibile il detenuto mentre attraversa prima i locali dell'archivio del palazzo, poi scavalca l'inferriata e si dilegua tra le stradine del centro storico.

Adragna è accusato di rapina, furto in abitazione ed evasione dai domiciliari, stamattina era stato accompagnato nel capoluogo dalle carceri di Agrigento dove si trovava recluso per un processo. Approfittando di un momento di distrazione degli agenti della Penitenziaria è riuscito a fuggire dalla camera di sicurezza che si trova al primo piano dell'edificio, facendo perdere le proprie tracce. 

Questa mattina, Adragna, recluso nelle carceri di Agrigento, scortato dagli agenti della polizia penitenziaria, ha raggiunto il tribunale del capoluogo dove è imputato in un processo. Il detenuto, in attesa che iniziasse l'udienza, è stato fatto accomodare nella camera di sicurezza, al primo piano dell'edificio di via XXX Gennaio. Da lì, dalla cella, però, - ancora non si sa come, ci sarà una indagine per far luce su quanto accaduto ed accertare eventuali responsabilità – è riuscito a tagliare la corda, eludendo la sorveglianza e facendosi beffa di tutti.

Scattato l'allarme, agenti della polizia penitenziaria, carabinieri e poliziotti, hanno avviato le ricerche. Tutte le udienze sono state sospese.

Il palazzo di giustizia è stato passato al setaccio. Ispezionati gli uffici,  i bagni e gli scantinati. Francesco Adragna, però, si era volatilizzato.

Ora bisognerà capire se si è trattato di una fuga improvvisata o se invece era stato tutto organizzato, dalle immagini si vede anche che Adragna non ha più un braccio ingessato, così come invece era arrivato in tribunale. 
 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie