Trapani Oggi

Il commissario Cerami fa chiarezza sulla vicenda della Salerniana - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Il commissario Cerami fa chiarezza sulla vicenda della Salerniana

25 Marzo 2022 11:50, di Laura Spanò
visite 719

Non si tratta di sfratto, "in tutti questi anni in cui è stata ospitata nel palazzo della “Vicaria” non ha mai pagato alcun canone"

Il Commissario Straordinario del LCC di Trapani, Raimondo Cerami, con una nota fa chiarezza a proposito della notizia che riguarda l’ Associazione “La Salerniana” che sarebbe stata sfrattata dal Palazzo della “Vicaria” di Trapani di proprietà del LCC di Trapani.

In realtà non si tratta di uno sfrato, del resto "in tutti questi anni in cui l'Associazione è stata ospitata nel palazzo della “Vicaria” non ha mai pagato alcun canone" fanno sapere dal LCC.

"Va ricordato - si legge nella nota - che uno degli obiettivi primari del LCC è stato, fin dall'insediamento del dr. Cerami come Commissario Straordinario, è stato quello della piena e completavalorizzazione dei beni di proprietà dell’Ente attraverso le procedure di alienazione e/o di  concessione rivolgendosi con priorità ai Comuni del territorio o ad altri Enti pubblici ed in subordine anche ai privati. Va poi ricordato che l'accordo di collaborazione con l'Associazione “La Salerniana”, risalente all'anno 2012, prevedeva la concessione in comodato gratuito di una parte dell'immobile di pregio, a vocazione museale, denominato “Ex Carcere Vicaria” per l'esposizione delle opere facenti parte della sua galleria di arte contemporanea, ma anche per l'organizzazione di rassegne ed eventi, ed aveva una durata quinquennale che poteva essere concordemente rinnovata per un eguale periodo con apposito atto, previa verifica dei risultati ottenuti".

Nello stesso immobile sono state in passato ospitate altre Associazioni, che come “La
Salerniana” avevano contratti di comodato gratuito che oggi non sono più consentiti, a fronte dei quali l’ex Provincia ha dovuto in passato sostenere interventi manutentivi considerevoli e il pagamento di servizi , imposte e tasse a carico dell’Ente proprietario ( IMU, TARI etc,) , che non era più possibile mantenere.

"Da qui - si legge ancora nella nota del LCC - la scelta di avviare le procedure di affidamento in concessione dell’immobile di che trattasi, a titolo oneroso, delle quali è stata informata anche l’Associazione “La Salerniana” nel corso di diversi incontri istituzionali, che però non hanno portato a nulla, tant’è che l' Associazione di che trattasi non ha poi partecipato alla procedura di gara.
Oltretutto l'Associazione “La Salerniana” in tutti questi anni in cui è stata ospitata nel palazzo
della “Vicaria” non ha mai pagato alcun canone
ma , cosa ancora più importante, non ha mai fornito alcun resoconto della propria attività, delle rassegne e degli eventi organizzati, del numero dei visitatori e così via, rendendo di fatto impossibile qualsiasi verifica dei risultati ottenuti.

"Va infine sottolineato che la gara per la concessione dell’ intero immobile a titolo oneroso è
stata aggiudicata alla Società Cooperativa PFSS con sede in Trapani con un contratto sottoscritto in data 02/03/2022 che prevede il pagamento a carico del concessionario di un canone annuo di circa € 85.000 , e quindi il LCC di Trapani si è trovato obbligato a invitare l’Associazione “La Salerniana” a rilasciare i locali entro la fine del mese di marzo per consentire l'ingresso del concessionario. Siamo sicuri, sostiene il Commissario Straordinario, che le tante opere facenti parte della Galleria potranno trovare collocazione in altri siti messi a disposizione dai Comuni del territorio che, secondo le notizie di stampa, si sarebbero fatti avanti per ospitare la Galleria che potrà quindi continuare a essere apprezzata dalla comunità provinciale. In ogni caso, il Commissario Straordinario ha già impartito disposizioni che alla scadenza del termine assegnato all'Associazione “La Salerniana” per provvedere al trasferimento delle opere, se dovesse verificarsi l'impossibilità o il ritardo del trasferimento, le opere stesse saranno tutte trasferite
all'interno del Palazzo del Governo dove saranno messe in sicurezza".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie