Trapani Oggi

Il prefetto Priolo in città per riunione del Comitato provinciale ordine e sicurezza - Trapani Oggi

Castellammare del Golfo | Attualità

Il prefetto Priolo in città per riunione del Comitato provinciale ordine e sicurezza

04 Novembre 2016 19:01, di Niki Mazzara
visite 507

Dopo quella di Marsala del 21 ottobre scorso, si è tenuta, ieri, al Palazzo Comunale di Castellammare del Golfo, un'altra seduta “itinerante” del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Alla riunione, presieduta dal prefetto Giuseppe Priolo, hanno partecipato il sindaco Nicolò Coppola assieme al comandante della Polizia Municipale, Giorgio Collura, il procuratore aggiunto della Repubblica di Trapani, Ambrogio Cartosio, il questore Maurizio Agricola, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Stefano Russo, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Pasquale Pilerci e il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Giuseppe Merendino. "Riunire il Comitato a Castellammare del Golfo - ha sottolineato il sindaco Coppola - rappresenta un segnale di fiducia per la città ma anche un messaggio a chi pensa di potere condizionare la vita di una comunità che deve crescere nel pieno rispetto delle regole e non vuole tornare ai momenti bui di un passato che ha visto anche il commissariamento degli organi politici". Il primo cittadino ha fatto riferimento alle prossime opere di potenziamento e messa in sicurezza del porto e ad altre opere pubbliche che, a breve, saranno appaltate che richiedono la massima attenzione e i necessari controlli da parte delle Istituzioni. Coppola ha ricordato l’attività della sua amministrazione contro l'abusivismo edilizio, con l’emissione di numerose ordinanze di demolizione, e l’impegno per il reimpiego dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Nel corso dell'analisi sullo stato della sicurezza, i rappresentanti delle Forze di polizia hanno evidenziato una notevole diminuzione nel territorio dei reati in generale ma, al contempo, l’importanza di monitorare le attività per prevenire possibili infiltrazioni da parte della criminalità organizzata. Il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, dopo aver illustrato l’attuale dotazione di uomini e mezzi del Distaccamento di Alcamo, competente sul territorio di Castellammare del Golfo, ha annunciato un apposito progetto per l’apertura di un ulteriore distaccamento di volontari a Balata di Baida. Ciò consentirebbe di ridurre notevolmente i tempi di intervento sul territorio nel quale si è registrato un incremento degli incendi. Il procuratore aggiunto Cartosio ha manifestato forte apprezzamento per questo genere di occasioni di incontro e di confronto e ha evidenziato la priorità e l’attenzione da riservare al fenomeno dell’abusivismo edilizio, in un territorio ricchissimo di bellezze naturali che è stato oltraggiato per tanti anni. A margine della riunione è intervenuto il presidente di Confindustria, Gregory Bongiorno, il quale ha sottolineato come la presenza dello Stato nel territorio, di concerto con l’impegno degli amministratori locali, costituisce un segnale forte per i cittadini di Castellamare del Golfo e un concreto incoraggiamento agli imprenditori onesti per sostenere lo sviluppo in condizioni di legalità e di opposizione a qualsiasi forma di interferenza criminale. In conclusione, il prefetto Priolo ha disposto l’implementazione dei servizi interforze, rimarcando, ancora una volta, il valore di azioni sinergiche e integrate per la sicurezza. In quest'ottica apposite riunioni tecnico-operative, programmate con cadenza periodica, saranno tenute - nella cittadina - tra le Forze di polizia territoriali e la Polizia Municipale.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie