Trapani Oggi

Incendio auto Marsala, quella notte poteva essere una strage - Trapani Oggi

Marsala | Cronaca

Incendio auto Marsala, quella notte poteva essere una strage

05 Ottobre 2023 18:15, di Laura Spanò
visite 1368

il pregiudicato finito in carcere aveva versato liquido infiammabile perchè tutte le auto bruciassero

La notte del 13 settembre scorso a Marsala all'interno del parcheggio di un condominio del centro cittadino, poteva davvero succedere una strage. Giuseppe Internicola 51 anni, il pregiudicato tratto in arresto dagli agenti del commissariato di Marsala guidato dal dirigente Carmine Mosca, aveva infatti cosparso di liquido infiammabile non solo le vetture distrutte dalle fiamme ma anche la strada per permettere alle fiamme di propagarsi anche alle altre automobili posteggiate nella stessa area. Se solo gli abitanti del condominio non si fossero svegliati per tempo, le macchine bruciate non sarebbero state solo 4 ma molte di più e il fuoco non avrebbe raggiunto solo i piani bassi di uno dei palazzi.

Le immediate indagini messe in atto poi dalla polizia hanno accertato che Internicola aveva agito assieme ad un altro pregiudicato, nel frattempo deceduto per cause naturali, ed hanno ricostruito, nel dettaglio, i movimenti dei due pregiudicati e la dinamica dell’accaduto che suscitò paura e preoccupazione nei residenti della zona. Indagini che in breve tempo hanno portato all'arresto dello stesso Internicola.

Gli investigatori attraverso le immagini estrapolate dalla videosorveglianza che si trova nei pressi delle abitazioni dell'arrestato e del suo complice hanno infatti ricostruito quanto è accaduto quella notte. Internicola in sella al suo scooter ha prima raggiunto l'abitazione del complice nel quartiere popolare di Sappusi. Poi ha lasciato il mezzo e con la macchina del complice hanno raggiunto la zona tra via Whitaker, via Vito Falco e via Battaglie delle Egadi, zona residenziale di Marsala. Qui il complice ha posteggiato ed è rimasto alla guida mentre Internicola con in mano una borsa con dentro un contenitore ha scavalcato un muro e si è introdotto nel parcheggio del condominio.

Una volta dentro ha cosparso le auto e poi la strada circostante di liquido infiammabile ha dato fuoco e si è allontanato dalla zona dilenguandosi sempre in macchina con il complice. Gli abitanti delle vie Whitaker, Vito Falco e Battaglie delle Egadi furono svegliati dal crepitio delle fiamme, le quattro autovetture erano posteggiate una accanto all’altra, il fuoco raggiunse anche alcune finestre dei primi piani di una palazzina, erano le 2 di notte. Le indagini coordinate dalla Procura di Marsala, proseguono. Resta da capire il motivo dell'azione messa in atto da Internicola. Una semplice bravata o sotto c'è qualcosa di diverso. Tantissime sono state le persone ascoltate dagli investigatori e altri ne verranno ascoltati.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie