Trapani Oggi

L'I.C. "Pertini" apre l'anno scolastico ricordando le vittime della Strage di Pizzolungo - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

L'I.C. "Pertini" apre l'anno scolastico ricordando le vittime della Strage di Pizzolungo

10 Settembre 2018 08:30, di Ornella Fulco
visite 1781

Sarà ricollocato mercoledì prossimo 12 settembre,dopo il furto e il ritrovamento nei giorni scorsi, il busto che raffigura i gemellini Giuseppe e Salvatore Asta e la madre Barbara Rizzo davanti all'ingresso della scuola dell'infanzia in via Salemi a Trapani. Un modo diverso per inaugurare l'anno scolastico sotto lo slogan "Sulle ali di Barbara... Eroi di umanità". La manifestazione, organizzata dall'Istituto comprensivo "Eugenio Pertini", guidato dalla dirigente Maria Laura Lombardo, con il patrocinio del Comune di Trapani, prenderà il via alle9.30 conun corteo, formato dagli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado, accompagnati dai docenti e da alcuni genitori, che percorrerà le vie Alessandro De Santis, Stefano De Martino e Tenente Alberti, per raggiungere via Salemi. Lì, alle ore 10,sarà accolto dai bambini della scuola dell’infanzia e della classe prima della scuola primaria.
A dare avvio al momento commemorativo sarà la dirigente Lombardo. Dopo il suo saluto il busto di Barbara Rizzo e dei suoi gemellini, uccisi il 2 aprile 1985 da un’autobombapiazzata sulla strada provinciale che attraversa Pizzolungo e destinata ad uccidere il magistrato Carlo Palermo. Alla manifestazione saranno presenti le autorità civili, militari e religiose della città di Trapani. Alle 10.30 sono previsti i saluti del vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli, del prefetto, Darco Pellos e del sindaco Giacomo Tranchida.
Alle 11 sarĂ  data la parola agli alunni che daranno voce alla memoria di Barbara Rizzo, Salvatore e Giuseppe Asta...eroi di umanitĂ , attraverso una lettura, tratta dal libro Le Siciliane, di Giacomo Pilati.
Alle 11.20 è previsto l’intervento di Margherita Asta, la figlia maggiore di Barbara Rizzo e sorella dei gemellini. Durante la cerimonia, gli alunni canteranno e leggeranno versi e pensieri, per ricordare le vittime della strage e per dire" No" alla mafia e alla violenza che da essa deriva.
La cerimonia si concluderà a Pizzolungo, luogo della strage, dove gli alunni delle terze classi della scuola secondaria, accompagnati con pulman, lanceranno gli aquiloni."Abbiamo scelto gli aquiloni non a caso - sottolinea la dirigente Maria Laura Lombardo - perchè essi simboleggiano l’importanza di essere orientati, cioè il diritto di crescere con una guida, per potere spiccare il volo, con Famiglia e Scuola, per conquistare la propria libertà".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie