Trapani Oggi

Omicidio Titone, scontro tra la difesa e il Pm - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Omicidio Titone, scontro tra la difesa e il Pm

19 Settembre 2023 18:58, di
visite 1694

Al via, innanzi la Corte d'Assise di Trapani, il processo per omicidio dove sono imputati Lara Scandaliato e Giovanni Parrinello

Una perizia psichiatrica per verificare la capacità di intendere e di volere di Lara Scandaliato. La richiesta avanzata dalla difesa della donna, imputata, assieme al compagno Giovanni Parrinello, di omicidio, innanzi alla Corte d’Assise di Trapani.  Ieri, la prima udienza del processo per l’ assassinio del marsalese Antonino Titone, ucciso a colpi di piede di porco per un debito, relativo ad una fornitura di droga, non saldato. Il delitto avvenne nell’abitazione della vittima nel settembre del 2022.  Accusati dell’omicidio, Lara Scandaliato e Giovanni Parrinello anche loro marsalesi, entrambi arrestati dai carabinieri.  Nel corso dell’udienza  di ieri sono state, inoltre, sollevate le eccezioni difensive già respinte dal Gup di Marsala Chiara Vicini in fase di udienza preliminare. Alla richiesta di perizia psichiatrica si sono opposti il pubblico ministero Marina Filingeri e il legale di parte civile, l’avvocato Vito Daniele Cimiotta, che assiste una sorella della vittima. La Corte deciderà  il prossimo 16 ottobre. Parrinello e Scandaliato sono difesi dagli avvocati Nicola Gaudino e Salvatore Fratelli. La coppia è accusata anche di rapina, perché dopo l’omicidio si è impossessata del portafogli della vittima. Ad accusare Giovanni Parrinello fu la compagna che fece anche ritrovare l’arma dell’omicidio. Ai carabinieri la donna raccontò che lei era fuori dall’abitazione mentre Giovanni Parrinello colpiva a morte Antonino Titone.  Anche lei, però, alla fine, venne arrestata. I militari dell’Arma, infatti, scoprirono che partecipò al delitto

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie