Trapani Oggi

Palaconad: mercoledì sopralluogo di sindaco e tecnici per accertare criticità - Trapani Oggi

Trapani | Sport

Palaconad: mercoledì sopralluogo di sindaco e tecnici per accertare criticità

29 Novembre 2021 14:46, di Redazione
visite 424

Ma nessuna comunicazione è stata fatta alla società Pallacanestro

Il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida ha disposto per mercoledì prossimo un immediato sopralluogo congiunto tra i tecnici comunali e la ditta che ha eseguito i lavori in contraddittorio con la stessa società sportiva. Questo a seguito delle infiltrazioni d'acqua che si sono verificate ancora ieri pomeriggio nel corso della partita Pallacanestro Trapani - Milano, e dopo le numerose polemiche apparse sui social.

"Abbiamo investito svariate centinaia di migliaia di euro per interventi necessari all'impianto e notoriamente attesi da decenni - dichiara il Sindaco Tranchida – e non vorrei che qualche sottovalutazione tecnico progettuale o diversamente gestionale, del valore di poche migliaia di euro, renda financo inagibile l'impianto. Non intendo consentire ciò, tanto in danno alla squadra quanto ai tifosi ma anche al corretto e doverosamente mantenimento patrimoniale dell'impianto comunale, pertanto - conclude Tranchida - anche al fine di fugare strumentalizzazioni politiche e non, se dovessero esservi responsabilità andranno parimenti accertate e perseguite".

Nella nota del sindaco si legge che: "Il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida prontamente interveniva già nel pomeriggio di ieri, ricevendo per le vie telefoniche in serata rassicurazioni di un pronto intervento da parte dell'ing. Bosco (responsabile impianto per la società Pallacanestro Trapani), poi invece smentito dal comunicato notturno della stessa società".
"Vediamo dove dobbiamo arrivare. Ps. Nella nota trasmessa dal comune, nei commenti, nessuna comunicazione è stata fatta alla società che rappresento così come nessuna criticità è stata evidenziata dai tecnici per vie ufficiali nei mesi scorsi" - questa la risposta della società Pallacanestro. E intanto giusto ieri pomeriggio anche l'ASSOCIAZIONE TRAPANESI GRANATA aveva fatto pervenire una durissima nota con tanto di foto esplicativa ripresa sui social.

"Chi segue le vicende del basket sa che da anni ormai denunciamo le problematiche interne del palazzetto, luogo che viviamo quotidianamente ed in cui continua a piovere. È assurdo scrivere una cosa del genere nel 2021, ma è, né più né meno, la verità.
Denunciamo lo stato in cui versa il palazzetto, per inciso, dal primo mandato del Sindaco Fazio.
I fatti della settimana sono i seguenti: in seguito alle pesanti piogge la nostra squadra non si è allenata a tutto campo per almeno due giorni, perché pioveva dentro il palazzetto, ed oggi abbiamo ironicamente protestato per questo. Ora leggiamo un comunicato del Comune in cui si parla di mistificazioni, cosa che ci fa letteralmente infuriare.
Ai meno dotti infatti ricordiamo che mistificare significa "alterare la verità con astuzia e sottigliezza di argomentazioni."
E se c'è una cosa che non può essere alterata è l'acqua caduta anche oggi e che tutti gli spettatori alla gara contro l'Urania Milano hanno potuto vedere.
Pertanto rispediamo subito al mittente la provocazione, giudicandola inutile e fuori luogo.
In secondo luogo, leggiamo con stupore che sarebbe responsabilità del conduttore, ovvero la PALLACANESTRO TRAPANI, verificare che l'acqua entri dalle vetrate ed a cui spetterebbe la sigillatura e la manutenzione costante
delle stesse.

Da tifosi troviamo che sia assurdo spostare la responsabilità su chi rischia di perdere a tavolino una partita, soprattutto in una stagione in cui la lotta per non retrocedere è più dura che mai. Non entriamo nelle dinamiche della gestione dell'impianto ma ci sembra la posizione di chi fa di tutto per non avere una squadra in A2.Questo comune vuole davvero avere un palazzetto in cui si spendono 550.000 euro per tenerlo chiuso? Perché di questo si tratta.
Quando si decide cosa scrivere bisogna sempre considerare chi leggerà, e scegliere di scagliarsi in pieno contro i tifosi/cittadini e la proprietà di una squadra di basket come la fam. Basciano, ci sembra scellerato e stupido.Se domani Il Presidente Basciano decidesse di chiudere qui l'esperienza con la Pallacanestro Trapani, questo impianto non avrebbe più vita e francamente ne avrebbe ben donde leggendo che ciò dipende dalle vetrate dell'impianto.
Quindi ci chiediamo se ci fate o ci siete. Ci teniamo infine a ricordare che noi non facciamo politica.
A noi interessano risposte, e quindi prendiamo le distanze da polemiche strumentali fatte anche da chi non ha mai messo piede al PALAILIO nella sua vita. Il nostro interesse è che si inverta totalmente la rotta nella gestione sportiva della città in cui fare e assistere allo sport è un diritto che non si può pienamente mettere in atto.

Al contrario ci sembra che ci sia un interesse strumentale di alcuni esponenti dell'amministrazione comunale, per esempio quando si sono fatti vedere in curva allo stadio o quando hanno ospitato nella casa comunale, con una certa disinvoltura, personaggi ambigui che poco interesse avevano nel fare sport a Trapani.
Un distacco inspiegabile dall'ambiente basket, che esprime in questo momento la realtà sportiva più importante della città, riconosciuta in tutto lo stivale.
Forse perché con noi non si spostano voti?
Siamo delusi, sappiamo che non avremo risposte e che al PALAILIO continuerà a piovere.
Non ci resta che sperare di tornare a giocare altrove, magari dove si è fatta la storia di questo sport". Firmato L'ASSOCIAZIONE TRAPANESI GRANATA

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie